HOMEPAGE NAZIONALI Ravenna – E venne il giorno dell’attesa visita di Vittorio Sgarbi

Ravenna – E venne il giorno dell’attesa visita di Vittorio Sgarbi

347
CONDIVIDI

Un’altra soddisfazione per l’amico Enrico Mazzone da Torino: il giovane che sta terminando la realizzazione di un’edizione della Divina Commedia su un foglio di carta lungo ben 97 metri. <Finalmente la visita di Sgarbi – chiosa Enrico – è stata una sorpresa. E’ venuto senza preavviso, è rimasto sorpreso e felice della mia opera. Gli ho fatto vedere il disegno completo in quattro tornate (in quattro giri da circa 25 metri). Mi ha consigliato di esporre l’opera a Torino presso la Reggia di Venaria Reale (una delle residenze sabaude e parte del sito dell’Unesco) nel salone di Diana, una cornice suggestiva e meravigliosa. Adesso dobbiamo rendere il disegno fruibile: a febbraio verrà digitalizzato dal Ch360 (Cultural heritage 360) grazie anche a dei droni. Sono in attesa di un interessamento del Comitato “Settecen-to” di Torino che mi ha selezionato per il programma per i festeggiamenti su Dante Alighieri e del presidente Giovanni Saccani. Per l’aspetto tecnico mi avvarrò dell’esperienza dell’architetto italo-colombiano Mauricio Cardenas Laverde che ha lavorato per anni con il famoso architetto Massimiliano Fuksas>. Il lavoro di Enrico Mazzone nasce qualche anno fa quando l’artista torinese si trovava per una borsa di studio a Rauma in Finlandia, e quando gli venne regalato un rotolo di carta fallato, da destinare al macero.  Così nacque l’idea di realizzare un mega disegno dei canti della Divina Commedia. La tecnica usata è la puntinatura: Enrico rimane a terra sul lungo foglio a puntinare con le matite (finora ne ha usate circa 6000).

Bruno Gatta

foto di Eros Antonellini