HOMEPAGE SPORT La Expert Lucarelli N.B. Sora 2000 battuta ad Ostia dall’Alfa Omega

La Expert Lucarelli N.B. Sora 2000 battuta ad Ostia dall’Alfa Omega

543
CONDIVIDI

Ostia vince con il Sora 73-67 al Palatenda di Via Isole del Capo Verde. Sora  raccoglie la seconda sconfitta di fila rientrando ancora una volta nel tunnel degli spogliatoi a testa bassa. Si consuma così l’ennesima gara scialba dei biancocelesti. Decisivo il secondo quarto con l’ N.B. Sora capace di produrre solo 14 punti (dopo 6’ di gioco) e mai più mentalmente in gara. Così nel primo tempo con il distacco  di 10 punti tra loro. Al termine delle prime due frazioni è avanti la formazione di coach Tardiolo col punteggio di 43-30. E’ il break di 9-0 dei padroni di casa, ad inizio secondo quarto, a decidere sinora sull’inerzia del match che Ostia aveva fatto suo nel primo quarto (23 punti messi a segno), grazie a percentuali ottimali da tre e ad un buon movimento palla in attacco.

Cronaca della partita:

Primo quarto. Classico ‘5’ iniziale per Sora con l’eccezione di Iannarilli si schiera con Myers, Mariani Fiorini e Johnson. Tardiolo risponde con Di Pasquale, Lucibello, Manzotti, Iannone e Di Pietro. Pronti via ed è subito Sora  con Mariani, sigla il primo canestro della gara. A seguire una tripla  di Johnson. Arriva la replica di Di Pasquale  con una tripla  (5-7 al 3′) con l’Alfa che prova a restare in scia. Ritmi già alti: Lucibello trova il canestro del sorpasso locale  e Polidori costretto sostituisce  Myers e Iannarilli con Serra e Caldarozzi.  Ostia si affida a Di Pasquale – Di Pietro che mette in serie difficoltà i biancocelesti, costringendo coach Polidori a chiedere i  suo primo timeout ( 17-12 al 8’). Prima della prima sirena, dopo i canestri di Serra, Mariani commette in un amen  il suo terzo fallo personale che decreta la fine della prima frazione con Ostia avanti 23-16.

Secondo quarto. Partenza monstre dell’Alfa Omega che mette in cascina 9 punti consecutivi (32-16 al 2′) mentre Sora fallisce tre azioni in attacco di fila. Polidori cerca  di dare una  scossa con  tre cambi Mariani Myers e Serra per  Iannarilli, Caldarozzi e Chiari, ma la  situazione non riesce a cambiare, e Ostia allunga  il distacco portandosi a + 24 ( 40-16). Sora si rifà avanti a 3’30’ dalla fine  un break di 8 punti di fila con Johnson  e Mariani; l’Alfa preserva il vantaggio di tredici punti alla fine dei 20′ (43-30).

Terzo quarto. Di Pasquale trova il canestro in apertura di secondo tempo mentre uno spento Johnson sbaglia due palle importanti. L’americano di Sora  si fa perdonare e mette a segno una tripla al 5’  riducendo lo svantaggio con i padroni di casas 48-35. da 2+1 (45-45). Hanga, intanto, continua a predicare basket in fase di non possesso mentre i falli costrigono Miglio replica dall’arco per i gialloblu, Ostia  si porta avanti di 19 (60-41 al 9′) ma spegne facendo spegnere i motori ai  volsci, che si affidano così alle folate offensive di Serra. Alfa Omega va così all’ultimo riposo sul punteggio di 62-44.

Ultimo quarto. Comincia bene l’ultimo quarto per Sora, che trova ossigeno con i canestri di Serra e Chiari (62-48)  I padroni di casa dopo un momento di  black out continuano a fare il bello e il cattivo tempo con Di Pasquale vero  e proprio protagonista. A metà ultimo quarto Polidori è costretto a chiamare timeout per fermare l’emorragia di punti (67-48 al 35′). Sora  trova ancora con Serra e Johnson il sui punti di forza, visto  la scarsa  lucidità  di Mariani e compagni, con Fiorini in panchina gia  dall’inizio di  quarto per via  di una  botta ricevuta al costato sotto canestro. I  biancocelesti si rifanno sotto fino al 69-59. Tardiolo chiama subito timeout. Si arriva al -8 con Johnson dalla lunetta per il 71-63ad 1’ e 37 dalla fine ma è Iannone  che punisce i biancocelesti alla fine  della rimonta a siglare il canestro del 73 a 67 finale. Sora che comunque incassa un’altra sconfitta, restando a 16 punti in classifica, evidenziando ancora una volta  una scarsa  concentrazione e volontà  nel reagire e chiudere  una  gara.

La Expert Lucarelli  N.B. Sora 2000 torna sul parquet sabato prossimo (palla a due alle 20) nella settima di ritorno in casa contro la Tiber Roma con l’intenzione di riprendere a flirtare con la vittoria.