HOMEPAGE APPUNTAMENTI Festival della Filosofia di Veroli, questa sera Giuseppe Patella e Carmela Morabito...

Festival della Filosofia di Veroli, questa sera Giuseppe Patella e Carmela Morabito approfondiscono il tema: “Dove si nasconde la Bellezza”

767
CONDIVIDI

Settimo appuntamento con la Bellezza, questa sera,  venerdì 16 luglio alle ore 21.00, al chiostro di Sant’ Agostino. Un viaggio tra i misteri della bellezza, e il vano tentativo di costringerla in un concetto universale. “Dove si nasconde la Bellezza?”, questo il tema che verrà affrontato nella penultima tappa del Festival della Filosofia di Veroli 2021.

Finora si è parlato di Bellezza in tutte le sue forme, dal concetto classicheggiante alla bellezza inflazionata  sciatta e arrogante, senza più alcuna responsabilità estetica, né metafisica di oggi.  Bellezza come ‘processo mentale’, fatta di familiarità col ‘sacro’ e richiami con l’altrove. Una Bellezza salvifica nella misura in cui abbatte il disorientamento, il non-senso, la disgregazione, l’assurdo ed il nulla che incombono sugli esseri umani. Una bellezza che può essere consolatoria e rasserenatrice oppure tormentata e devastante. Che affascina e atterrisce, incarnando le esaltanti antinomie di cui è fatta la vita, spingendoci verso forze che in nessun modo siamo in grado di governare, capace di trasformare l’esperienza estetica in esperienza estatica.

Seguire il  sentiero nascosto della Bellezza, stanarla, trovarla in ogni cosa sarà il compito affidato  ai filosofi, Giuseppe PatellaCarmela Morabito, entrambi professori associati all’Università di Tor Vergata di Roma presso il Dipartimento di studi letterari, filosofici e di storia dell’arte. Perchè forse quella Bellezza ha una casa, ed è a quelle porte che si andrà a bussare. Nel primo vento dell’universo, nella poesia che teneva in vita i deportati, nel grido di Laocoonte, nello sguardo di un passante, nelle dita sottili che creano, nel cielo che si deforma in tempesta, in certi treni in stazione, di domenica, che non si sa ancora se si va per un addio o un arrivederci. Bellezza nel vento nuovo, in una finestra aperta, nel riuscire a vedere per la prima volta. Dov’è questa  Bellezza? C’è ancora bellezza nella vita e nella morte?  La Bellezza è spinta all’aggregazione, che è alla base del farsi della vita. E in un mondo in cui dominano compiaciuti il brutto e l’insensato, è quanto mai necessario rispondere alla sua chiamata.

Anche questa serata – fa notare il direttore artistico, Fabrizio Vonasarà interessantissima perché grazie al contributo di due tra i più qualificati studiosi di estetica e filosofia della mente, saranno sviluppati argomenti molto attuali che ci aiuteranno a farci comprendere dove si nasconde la Bellezza. Un penultimo qualificato appuntamento, quindi, per giungere alla serata conclusiva con il professor Massimo Cacciari, indubbiamente tra i più autorevoli ospiti della seconda edizione del festival”.

Ovunque essa sia, nel disvelamento di una tenebra cadutanei silenzi di stanze buie, fra arbusti adorni e strade pietrose,  in luoghi di luce e quieta disperazione, in un filo d’erba che resiste ai venti dell’Est. Nel canto delle Vestali, nelle mani di un vecchio che si gioca il mondo  a tressette. Ovunque, può esserci Bellezza. Questa sera quel  “respiro” del cosmo sarà ancora di casa a Veroli a reclamare il suo credito.

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti nel rispetto delle linee guida anti-Covid.

Monia Lauroni