HOMEPAGE CRONACA Alatri – Quanto guadagnava un calciatore che militava in serie D negli...

Alatri – Quanto guadagnava un calciatore che militava in serie D negli anni 60

17903
CONDIVIDI
dav

Quanto guadagnava un calciatore semiprofessionista nella stagione 1966-67? Qual era il suo indennizzo mensile, l’eventuale indennizzo di sede e di famiglia? e, soprattutto i premi partita?
E’ Adelmo Rossi ala-centravanti della gloriosa Alatri della serie D a soddisfare queste piccole curiosità mostrandoci il contratto relativo alla stagione 1966-67 della Quarta Serie, dove l’Associazione sportiva Alatri militava in quegli anni. <Il contratto da me firmato – racconta Adelmo – così come quello di mio fratello Giancarlo venne stipulato il 18 agosto del 1966 con la società tramite il presidente pro-tempore Guido Retrosi. Ovviamente, successivamente, il contratto venne inviato alla Figc-Lega nazionale semiprofessionisti. Il rapporto instaurato tra le parti era regolato da diritti e doveri delle parti, alla natura, alle modalità di pagamento (limiti massimi e minimi e riconducibili agli indennizzi, alle sanzioni per inadempienze, al trattamento assicurativo, al regolamento della Lega e da altre norme che la stessa stabiliva in ordine ai rapporti economici tra società e giocatori per l’annata sportiva). La società in quell’anno (1966-67) – spiega Adelmo Rossi – obbligava a corrispondermi l’indennizzo di 15mila lire mensili, mentre il premio partita era così ripartito: 2000 lire per il pareggio in casa, e di 4000 lire per la vittoria in casa; 3000 lire per il pareggio fuori casa e ben 6000 lire per la vittoria fuori casa. Per l’eventuale indennizzo di sede e di famiglia l’importo era pari a 40mila lire. Per semplificare, per ognuno di noi calciatori di Alatri lo stipendio era di 55mila lire. I colleghi che venivano da fuori, invece guadagnavano almeno il doppio. Bisogna ricordare che in quegli anni lo stipendio di un operaio si attestava sulle 80mila lire, un caffè 50 lire, per un litro di benzina occorrevano 120 lire e l’oro era quotato 870 lire il grammo. Nel 1961 si registrarono i primi fenomeni della società del benessere, il cosiddetto boom economico.

Bruno Gatta