HOMEPAGE POLITICA Alatri – L’Amministrazione Comunale comunica che la procedura di riassorbimento dei lavoratori...

Alatri – L’Amministrazione Comunale comunica che la procedura di riassorbimento dei lavoratori LSU è stata conclusa con successo

628
CONDIVIDI

Relativamente alla vicenda degli LSU di cui parla la nota del Coordinamento Alatrense di Forza Italia, ci preme precisare che la procedura di riassorbimento dei lavoratori appartenenti a questo bacino è stata conclusa con successo dall’Amministrazione Morini con l’ impegno diretto del Sindaco ad Assumere il personale a partire dal 2014, la qual cosa, vista la situazione e la poca chiarezza nelle procedure esperite per la stabilizzazione nel dicembre 2010, non era così scontata. Sono rimaste fuori da questa procedura, non per volontà, ma per insormontabili ostacoli normativi, due unità che sono state comunque reinserite nel bacino LSU, non per obbligo, ma per scelta politica.  Con nota della Regione Lazio – Direzione Regionale Lavoro, prot. n. 703192 del 18.12.2014, acquisita al P.G. del Comune in data 22.12.2014, al n. 39152, la stessa Direzione precisa testualmente: “… l’inserimento dei lavoratori socialmente utili nell’elenco regionale di cui all’art. 4, comma 8, del D.L. 101/2013, approvato con determina G08005/2014 non ha termine finale. Pertanto, le attività socialmente utili proseguiranno nel 2015”.

Alle luce di questo i funzionari comunali hanno inteso non istruire la ordinaria delibera di proroga dell’utilizzo dei Lavoratori Socialmente Utili. Come da elenco regionale ex art. 4, comma 8, D.L. 101/2013, convertito con modificazioni dalla legge n. 125/2013. Prevista per fine anno.

Solo il 15 di gennaio con ulteriore nota esplicativa acquisita al P.G. del Comune in data 15.01.2015, al n. 1373 la direzione Regionale tra l’altro, chiede la conferma delle attività dei lavoratori socialmente utili.

Tale Provvedimento, è in questi giorni in fase istruttoria e sarà portato all’approvazione della Giunta.

Questi i fatti, nel loro semplice e lineare svolgimento. Sugli insulti e la demagogia di cui è infarcito il comunicato invece c’è ben altro da dire: anzitutto con quale esponente di questa Amministrazione hanno parlato avendo come indicazione che Alatri non ha più LSU? Ricordiamo che l’unico dipendente comunale abilitato a parlare per conto dell’Amministrazione è il responsabile della Comunicazione, il quale certamente non ha parlato con nessuno. Tantomeno siamo sicuri un esponente politico della stessa ha potuto riferire una castroneria del genere.

In secondo luogo, i Forzisti rivendicano tutto il merito sulla positiva conclusione della vicenda e la totale inerzia di questa Amministrazione, ma a quanto ci risulta i funzionari comunali che se ne occuparono allora sono gli stessi che se ne occupano adesso: le stesse persone che prima erano dei funzionari efficienti, oggi sono diventate completamente ebeti? Almeno che non  subodoriate  che  certi funzionari comunali stanno lavorando contro questa Amministrazione rispondendo chissà a quale altro padrone? Vogliamo dire inoltre come la Cupola del vostro governo ha messo in ginocchio la Multiservizi, disprezzando i lavoratori a tal punto da ridurli alla fame? Vogliamo anche dire di come ha gestito la vicenda ACEA per la quale oggi, solo grazie alla scellerata politica del non decidere, paghiamo 75 milioni di euro di debito? O come ha affidato appalti a ditte non competenti e oggi se ne pagano le conseguenze, con lettere di rigetto da parte delle competenti soprintendenze per opere importanti come la ristrutturazione di Porta San Nicola o la pavimentazione della via che da Porta S. Pietro conduce a Porta S. Francesco? E che dire di come si è gestito l’appalto per via Duomo, vicenda dalla quale ancora oggi non si riesce ad uscire? O ancora della gestione degli immobili comunali, la conflittualità con il personale dipendente, le assunzioni all’ultimo momento, lo staff faraonico, le liti continue tra assessori e consiglieri? E la Delibera di Giunta Comunale con cui si stravolge il lavoro affidato a suon di migliaia di euro ad una ditta specializzata per la redazione del capitolato speciale di gara per la raccolta dei rifiuti, dove la mettiamo? E in ultimo una domanda su tutte: ma gli 8 milioni di euro di attivo di cassa lasciati dalla precedente Giunta Morini, che sommati al 1.969.000 euro di passivo lasciati nel 2011 fanno quasi 10milioi  che fine hanno fatto?

Alla Luce di queste verità, confortate da documenti ufficiali dell’Ente e non da chiacchiere da barberia, chi è pericoloso per Alatri? Certamente non chi come noi sta amministrando la Città nel segno della legalità e dell’onestà, con sacrificio personale e con una estrema penuria di mezzi finanziari.

L’Amministrazione.