HOMEPAGE CRONACA Veroli, Suggestioni antiche al Presepe vivente di Virano

Veroli, Suggestioni antiche al Presepe vivente di Virano

1301
CONDIVIDI

 Ogni storia ha un inizio e una fine. Quella rievocata ieri a Virano di Veroli è stata una storia senza tempo. Un viaggio epico tra storia e tradizioni, fede e antichi mestieri, luoghi incantati che hanno ricordato e rievocato la Betlemme biblica. La straordinarietà della Nativitá rappresentata nei suoi momenti salienti, con figuranti in costume d’epoca, antiche botteghe e cantine in cui sono stati riproposti antichi mestieri; fabbri, massaie, casari, arrotini, calzolai, spaccalegna, tessitrici, commercianti, lavandaie. Ideato e messo in scena dalla Comunità parrocchiale del Santissimo Crocifisso, il suggestivo Presepe vivente, è stato un’immagine di memoria di una Veroli assai lontana ma che intimamente ancora ci appartiene. La rinascita della gente comune, dei cittadini, delle tradizioni, una rinascita che sapeva di buono, di pane caldo, di storie antiche e semplici. Suggestioni di fuochi e bracieri accesi al calar del sole, utensili e gesti dimenticati, l’ incanto delle radici e della terra madre, il miracolo di una Comunità che si adopera per la comunità dando vita a qualcosa di unico e straordinario. Momenti toccanti in cui la terra è intonata agli uomini, l’avorio fine del tempo che si compie in eterno, il sacro della gente comune che accade come un miracolo. Complimenti alla Comunità del Crocifisso.

Monia Lauroni