9.3 C
Frosinone
martedì, 24 novembre 2020
HOMEPAGE CRONACA Veroli – Integrazione di richiedenti asilo ancora molto difficile

Veroli – Integrazione di richiedenti asilo ancora molto difficile

320
CONDIVIDI

Profughi e integrazione, il condominio Aurora, a Sant’Angelo in Villa, fa appello alle Istituzioni: «Troppo difficile la convivenza con i richiedenti asilo». Forze dell’ordine ad ogni ora del giorno, continui scontri verbali, rumori: una situazione ormai al limite della sopportazione. I condomini si sono già rivolti al prefetto.

«Numerosi sono i problemi che rendono la convivenza con i profughi impossibile –hanno dichiarato le quattro famiglie di Sant’Angelo- fastidi legati ai cattivi odori, ai rumori continui e al degrado del decoro del condominio stesso. Aprire le finestre per far circolare l’aria, anche quando fa più caldo, risulta difficile. Alcune notti l’odore diventa tale da costringerci a dormire in soggiorno, con la porta chiusa.
Spostamenti di mobili, canti, musica, porte e finestre che sbattono, conversazioni al cellulare ad alta voce non ci permettono di riposare in pace. Più volte abbiamo dovuto chiamare i carabinieri.
Nel condominio vive anche un bambino di dieci anni che ha paura di uscire in cortile.”

“Ci sono poi problematiche di natura igienica -proseguono- Abbiamo, infatti, notato che sporadicamente effettuano la raccolta differenziata: la spazzatura viene gettata in grossi sacchi lasciati sul balcone e davanti l’ingresso dell’abitazione. Lo scorso 15 gennaio c’è stata una rissa che ha richiesto l’intervento della polizia e del 118. Sono arrivati anche i Nas e la Asl. Vista la situazione, ci sentiamo abbandonati. Abbiamo inviato esposti ai carabinieri, alla Asl, all’ufficio tecnico comunale. Siamo stati ricevuti dal Prefetto: le coop hanno vinto la gara d’appalto e spostare i profughi è impossibile. Abbiamo già convissuto con famiglie straniere che però non hanno mai causato problemi. Adesso vorremmo solo tornare a vivere serenamente».