HOMEPAGE APPUNTAMENTI Salute – Arriva il caldo, 13 consigli su cosa bere e mangiare

Salute – Arriva il caldo, 13 consigli su cosa bere e mangiare

623
CONDIVIDI

L’inverno è finito, una stagione si è chiusa e siamo entrati a pieno titolo in quella successiva. Anche quest’anno il nostro fisico cercherà di adattarsi al passaggio alla primavera. Sui ritmi del sonno, messi a dura prova da ora legale, luce più intensa e nuove temperature, forse ci sarà poco da fare. Invece, sul fronte dell’alimentazione, qualche aiutino possiamo darcelo di sicuro.

Per capire che cosa modificare nella nostra dieta quotidiana nel periodo di transizione dal periodo rigido a quello mite e anche in vista del caldo estivo abbiamo chiesto aiuto al Professor Giacinto Miggiano, direttore del Centro di Nutrizione Umana – Facoltà di Medicina e Chirurgia

dell’Università Cattolica di Roma.

Professore, per non ripetere il solito mantra della frutta e verdura come alimenti utili e indispensabili a una dieta sana, proviamo a individuare con precisione i cibi e le bevande che devono andare in vacanza per qualche mese e quelli che devono fare capolino sulle nostre tavole con l’arrivo della bella stagione.

1) Verdure da mettere da parte e verdure da consumare con frequenza

«Le verdure, quando assunte, fanno sempre bene per il loro contenuto di fibra e sostanze utili. Se si deve e può scegliere, occorre dare la preferenza alle verdure ed ortaggi di stagione (come pomodori), cavoli di vario tipo, radicchio, carote e verdure di varie colori che apportano importanti sostanze (antiossidanti) per la salute delle nostre cellule».

2) Per chi mangia la carne: ricette da evitare e piatti da proporre

«La carne rappresenta una buona fonte di proteine nobili e non solo. Andrebbe preferita la carne non grassa, fresca (e non conservata) per ridurre l’apporto di sale. Anche i piatti freddi possono essere graditi. Sono da preferire tipi di cottura che non richiedono l’uso di forti quantità di grassi (soprattutto di origine animale). Per insaporire allora può essere utile ricorrere all’uso di aromi/erbe aromatiche/spezie che aumentano l’appetibilità del piatto e lo rendono nutrizionalmente più ricco ed equilibrato».

3) Dessert: se abbiamo avanzato il panettone di Natale ci farà male mangiarlo con il caldo? Meglio soltanto il gelato?

«Credo che sia difficile avere un panettone ancora da mangiare! Forse è meglio pensare alla colomba pasquale da smaltire.. Non è detto che il Panettone/Colomba sia da bandire. L’importante è consumarlo poco per volta, magari a colazione o a merenda, stando attenti alle porzioni. Massima attenzione per coloro che hanno problemi di glicemia. Quanto al gelato è un dessert tipicamente estivo e come tale può essere assunto come spuntino, magari preferendo il gelato al gusto di frutta o un sorbetto».

4) Pesce promosso sia in inverno sia in primavera vero? Ma ci sono modi di cucinarlo che è preferibile evitare in primavera?

«Il pesce fa sempre bene per i tipi di grassi che contiene e quindi non esistono stagioni per bandirlo dalla tavola. Piuttosto occorre stare attenti a come cucinarlo (poche fritture) o che sia sicuro (attenzione al pesce crudo)».

5) Caffè: caldo d’inverno e freddo d’estate?

«Non esiste una regola. Chi lo desidera e se lo può permettere, può gustarlo sia caldo che freddo. Attenzione comunque a quanti caffé si assumono al giorno e allo zucchero che ci si mette».

6) Bevande dolci e gassate: ce le possiamo permettere? Al di là delle calorie, ci dissetano?

«Per le bevande occorre ricordare che alcune non contengono solo acqua ma presentano un apporto calorico non trascurabile (legato agli zuccheri presenti). Meglio sarebbe allora assumere bevande prese dalla frutta (centrifugati, frullati etc,..) che apportano anche sali minerali preziosi e vitamine indispensabili. Quanto alle bevande gassate, a parte la quota calorica, per alcuni possono dare bruciore e gonfiore intestinale e per tale motivo andrebbero limitate».

7) Primi piatti: pastasciutta addio in estate?

«Ma no, perché . La pastasciutta (gustata anche fredda ad esempio con basilico, pomodoro e mozzarella) è un prodotto tipico della cucina italiana e mediterranea che può essere assunta anche tutti i giorni. Ovviamente occorre inserirla in un pasto, sapendo che l’apporto di carboidrati complessi non è trascurabile, e anche quello di zuccheri (glucosio) utile per le nostre cellule (cervello) e per i muscoli. Il problema è ovviamente legato alle porzioni ed al tipo di condimento impiegato».

8) Pizza adatta a tutte le stagioni?

«Come per la pasta, si tratta di un piatto che si può mangiare anche d’estate (con gli amici in vacanza) sapendo bene che si tratta di un piatto in cui gli amidi (carboidrati) si associano a pietanze (contenenti formaggio –insaccati- uova ..), verdura e condimenti (sale , olio ecc.) che rendono la pizza un piatto completo ma a volte particolarmente ricco (esagerato!) di calorie, sale, grassi. Quindi il consiglio è di preferire un tipo di pizza in cui questi elementi non siano particolarmente abbondanti».

9) Alcolici banditi anche se on the rocks?

«Il vino è una bevanda che si può assumere (durante i pasti!), nella quantità di 1-2 bicchieri al giorno, pur sapendo che non si tratta di ‘acqua fresca’. Anche per la birra è bene moderare l’assunzione, mentre per gli alcolici/superalcolici occorre farne un uso oculato. Naturalmente esistono delle condizioni in cui l’alcol nelle varie forme è controindicato/vietato (bambini, donne in gravidanza, in presenza di malattie del fegato ecc.).

10) Merendine, biscotti, snack, patatine: con la bella stagione fanno ancora più danni?

«Questi prodotti sono diversi fra loro e nello stesso gruppo. Consiglio un uso saltuario, non costante, alternandoli magari con cibi più salutari pur sapendo che in genere si tratta di prodotti alimentari che saziano ma non nutrono».

11) Il cioccolato: le aziende addirittura ne ritirano buona parte dal commercio per non farlo guastare. E chi lo desidera anche sotto il sole?

«Il cioccolato, se viene conservato adeguatamente, rimane sicuro anche se mantiene l’apporto di grassi e zuccheri e come tale ne va fatto un uso morigerato (anche d’estate)».

12) La bella stagione incentiva gite fuori porta e vacanze: con cosa imbottiamo i nostri panini da viaggio?

«Pur sapendo che non è una buona regola sostituire un pasto con un panino, si può ricorrere ad uso di salumi ed insaccati meno grassi (bresaola, prosciutto crudo ‘dolce’, arrosto di carne bianca), pesce (salmone o tonno sgocciolato), poche fettine di formaggio fresco (mozzarella, caciotta), magari arricchito di qualche verdura (pomodori, foglie di lattuga). E’ utile associare anche della frutta fresca di stagione o della verdura cruda.

13) Chi non ha mai sete e in inverno si sforza di bere facendo ricorso alle tisane, come se la può cavare in estate?

«In estate può essere piacevole ricorrere a bevande come té, orzo, infusi, da gustare anche refrigerati. Anche i succhi di frutta, le spremute, centrifugati di verdura e frutta possono servire ad aumentare l’apporto di liquidi».

Fonte: lastampa.it