HOMEPAGE CULTURA Il prestigioso JAZZIT intervista Mauro Bottini per l’eccezionale successo di AlatriJazz ’20

Il prestigioso JAZZIT intervista Mauro Bottini per l’eccezionale successo di AlatriJazz ’20

198
CONDIVIDI

JAZZIT ha voluto premiare la dedizione e l’impegno del Maestro Mauro Bottini, dedicandogli una pagina di meritati elogi e un’intervista esclusiva che di seguito proponiamo:

“Nonostante le restrizioni dettate per contenere l’emergenza del Coronavirus, il jazz italiano non si ferma: e molti promoter hanno dimostrato ancora una volta coraggio, competenza e passione, mettendo in scena una serie di programmi di qualità.

Per valorizzare l’intraprendenza dei promoter jazz italiani, JAZZIT ha censito tutti gli eventi promossi su scala nazionale tra giugno e settembre e ha inaugurato la realizzazione dell’inchiesta ’L’estate del jazz ai tempi del Coronavirus’.

Ringraziamo quindi Mauro Bottini, in qualità di direttore artistico di Alatri Jazz, per aver risposto al nostro invito.

Come, quando e perché avete deciso di promuovere l’evento anche questa estate?

Con regole certe per evitare assembramenti e avere spazi sicuri e contingentati, riteniamo che si possano svolgere festival di questo genere.

Come lo avete ripensato e che cosa è cambiato, sotto il profilo artistico, produttivo e organizzativo?

Sotto il profilo artistico non abbiamo cambiato nulla, per quanto riguarda invece l’aspetto organizzativo sì. Nuova location individuata dai tecnici del Comune di Alatri, regole certe per entrare e sedersi in tranquillità, con rilevazione della temperatura, disinfettanti, posti distanziati, entrate scaglionate e personale qualificato.

Come hanno reagito gli artisti e il vostro pubblico alla notizia dell’edizione 2020?

Molto bene, con grande entusiasmo.

Cosa vi lascerà, in eredità futura, questa edizione? Che cosa vi porterete addosso negli anni futuri?

La speranza che tutto questo incubo passi presto e che si possa tornare alla normalità, sia per i musicisti che per il pubblico.”

a cura di pm