HOMEPAGE CRONACA Monta la protesta dei cittadini napoletani contro le misure restrittive adottate da...

Monta la protesta dei cittadini napoletani contro le misure restrittive adottate da De Luca

110
CONDIVIDI

Centinaia di persone hanno prima occupato una parte di lungomare, poi hanno sfilato in corteo lungo corso Umberto, quini si sono dirette verso il palazzo dove ha sede la Giunta regionale. Molti manifestanti, anche incappucciati, hanno prima lanciato oggetti contro le forze dell’ordine in assetto antisommossa davanti alla sede della Regione, poi si sono radunati per iniziare a cercare di sfondare i cordone di agenti. Prima sassi, poi oggetti raccolti in strada come bottiglie contro polizia e carabinieri che hanno risposto con lacrimogeni.

Lanciati anche pedardi e fuochi pirotecnici esplosi ad altezza uomo. Aggredita in diretta un troupe di Sky e poi accerchiata una della Rai, mentre alcuni militari sono stati colpiti e uno è stato medicato per una ferita alla testa.

Nei vicoli del centro storico intorno all’università Orientale centinaia di persone hanno bloccato la circolazione pedonale.

Blocco stradale anche nel quartiere di Chiaiano, nei pressi della stazione della metropolitana.

Il flash mob era stato rilanciato sui social e così in marcia da ogni parte del centro della città gruppi di persone si sono messe in marcia verso largo San Giovanni Maggiore e l’università Orientale.

Fonte: agi.it