HOMEPAGE APPUNTAMENTI L’esordio letterario di Alessandra Cortese con “Declinazioni della voce amore”

L’esordio letterario di Alessandra Cortese con “Declinazioni della voce amore”

326
CONDIVIDI

Alessandra Cortese, da sempre amante della letteratura di ogni tempo, ha sempre avuto un sogno: scrivere, reportage prima, poi racconti, romanzi, poesie. La sua vita l’ha portata a dedicarsi ad altro, ad essere vicina ai più deboli ed ai più deboli fra i deboli: gli animali; pur continuando a sentire il bisogno di scrivere, scrivere di esperienze anche personali, racconti che poi ha lasciato in un cassetto ma che oggi vuole condividere con i lettori.

La raccolta di questi racconti (che ha poi ha preso il titolo “Declinazioni della voce amore”, quasi fosse una raccolta di racconti rosa, mentre le tinte dominanti sono piuttosto scure) è un’irresistibile macchina narrativa, con, a tratti, colpi di scena spettacolari e con movenze da romanzo giallo che inevitabilmente portano il lettore a riflettere sul significato, sconosciuto, della parola Amore; ad esplorarne l’altra faccia: ossessione, gelosia, dipendenza, desiderio di possedere, di – per così dire – annettersi l’altro.

I personaggi di questi racconti li amiamo da subito: le loro paure, le loro incertezze, le loro difficoltà sono, in fondo, anche le nostre; li sentiamo vicini, entrano nella nostra vita, ance se, non di tutti, riusciamo a condividere le scelte. Essi perseguono l’Amore in tutte le sue declinazioni e questo li porta a mettersi in discussione, a dubitare di essere stati sempre quello che credevano di essere.

Maria Grazia Massari