HOMEPAGE POLITICA LAZIO, CECI: “IL CIVISMO TORNI PROTAGONISTA”

LAZIO, CECI: “IL CIVISMO TORNI PROTAGONISTA”

429
CONDIVIDI

 

Chiusa la parentesi delle tornate elettorali nei vari comuni della Provincia e Regione è Dario Ceci da Alatri (Patto Civico) ad aprire le danze in vista delle regionali del 2023. E lo fa lanciando un appello all’intero mondo civico tornato protagonista in tutte le sfide elettorali che si sono avute in questo mese. Frosinone in primis

Il dato

Un anno fa è stato l’artefice della indicazione elettorale di Maurizio Cianfrocca ad Alatri indicandolo come esponente del mondo civico alla guida del centrodestra. E il risultato gli ha dato ragione vista la vittoria alle comunali di ottobre scorso. Ed ora Ceci guarda alla prossima sfida. <Il civismo dopo l’ubriacatura dell’antipolitica espressa dai 5Stelle, ormai allo sbando, sta tornando protagonista>. La sfida. <E’ tempo di organizzarci e lavorare ad un percorso comune>. Ma tra chi? <Tra associazioni, comitati, liste civiche della Provincia ormai queste ultime presenti e determinanti in tutte le amministrazioni comunali>. Obiettivo? <Fare rete a livello provinciale e poi insieme lavorare in vista delle regionali>

Obiettivi

<Rimettere al centro il cittadino e le sue aspettative deluse dai partiti ormai fuori dalla realtà>. Le battaglie. <Sanità con le liste d’attesa infinite, questione idrica (gestione e bollette) e scarsa rappresentatività del territorio le nostre sfide>. E con i partiti? <Chiaro che i partiti esistono ma è ora che il civismo detti l’agenda e non continui ad essere considerato un movimento di scorta>. Continua Ceci. <I numeri in tutte le elezioni dicono che i civici sono decisivi e sono la conferma della scarsa fiducia che oggi hanno gli elettori nei partiti>. <Per questo uniti e i contati già a livello provinciale non mancano possiamo raggiungere questi obiettivi>. L’appello. <Basta delegare a pochi intimi che poi decidono per tutti. I partiti ad iniziare dai 5Stelle ormai verso la diaspora e scomparsa sono stati un’illusione>. <Ripartiamo dal basso q diamo voce al nostro territorio ma solo stando uniti altrimenti perderemo ancora un’occasione>. Il timore. <Se vogliamo ridare speranza ai nostri giovani occorre dare loro delle nuove strade. E il civismo dopo la politica urlata può essere una risposta>. Nelle prossime settimane continueranno i contati di Dario Ceci con numerosi consiglieri, associazioni, movimenti e comitati. <Questa volta vogliamo dire la nostra basta deleghe in bianco ai partiti ormai circoli chiusi>.