HOMEPAGE APPUNTAMENTI Frosinone, Festival Conservatori: mercoledì il “Refice” sul palco

Frosinone, Festival Conservatori: mercoledì il “Refice” sul palco

68
CONDIVIDI

Mercoledì 21 luglio, alle 21.30, si terrà la serata dedicata al “Refice”, nell’ambito dell’ottava edizione del festival dei Conservatori di musica – città di Frosinone. Sul palco di piazzale Vittorio Veneto si esibiranno il trio Iadanza, Gianmarco Pipini al pianoforte solo e Radio Mowtown, con uno spazio per la lirica.

La manifestazione, organizzata dal Comune di Frosinone e dal Conservatorio “Refice”, ha saputo, nel corso del tempo, appassionare una platea sempre più vasta ed esigente. L’ottava edizione dell’evento, presentata, come di consueto, da Mary Segneri, proseguirà quindi, mercoledì 21, venerdì 23 e sabato 24, proponendo l’esibizione dei gruppi premiati negli anni scorsi, che arricchiranno e renderanno ancora più appassionante un evento entrato ormai nel cuore di tantissimi spettatori.

L’evento, realizzato mediante gli assessorati al centro storico e alla cultura, coordinati rispettivamente da Rossella Testa e Valentina Sementilli, in collaborazione con il consigliere delegato ai grandi eventi Gianpiero Fabrizi, usufruisce del contributo di Banca Popolare del Cassinate (main partner dell’evento) e Osteria Santa Lucia.

Al fine di garantire il sereno svolgimento della manifestazione, la Polizia locale ha emanato apposita ordinanza, che prevede il divieto di circolazione per tutti i veicoli in Corso della Repubblica, da Piazzale Vittorio Veneto fino a Via Belvedere, per la giornata di mercoledì dalle 20:30 fino a conclusione dell’evento, come indicato da apposita segnaletica stradale.

Ingresso libero con prenotazione telefonica obbligatoria, fino ad esaurimento posti, nel rispetto delle norme sanitarie al numero 07751893548 nei seguenti giorni e orari: dal lunedì al venerdì 9.30 -12.30; sabato 9.30 -12.30 al numero 329 3605704. Il pubblico che avrà effettuato la prenotazione sarà atteso fino a 15 minuti prima dell’inizio degli spettacoli, dando la possibilità di ingresso nell’area agli altri spettatori, in caso di assenza, sempre allo scopo di garantire il distanziamento sociale, che non potrà essere inferiore alla misura di un metro.