HOMEPAGE CRONACA Frosinone – Chiuso il sito socceron.name: a capo c’era anche un frusinate

Frosinone – Chiuso il sito socceron.name: a capo c’era anche un frusinate

189
CONDIVIDI

La Polizia Postale ha inibito l’accesso a socceron.name, un sito che trasmetteva illegalmente in live streaming tutti gli eventi sportivi a un prezzo condizionato. Insieme al sito è stato chiuso e sequestrato anche un canale Telegram che vendeva abbonamenti alle più note piattaforme di streaming come NetflixNowTv e Dazn. Secondo quanto accertato dagli agenti della Postale, il sito web era gestito in concorso da due persone, di 35 e 44 anni, residenti rispettivamente a Frosinone e Napoli. Nei loro confronti la Procura ha emesso una sanzione amministrativa di 54mila euro. Secondo le prime ricostruzioni, i due avrebbero ricevuto i relativi proventi tramite false donazioni PayPal per eludere il tracciamento e le relative investigazioni. A svolgere le indagini è il Centro operativo per la sicurezza cibernetica di Catania, coordinato dal Servizio della Polizia Postale e delle comunicazioni. Le perquisizioni, invece, sono state disposte dalla procura di Catania ed eseguite dagli agenti di Napoli e Frosinone. Le operazioni hanno portato al sequestro di diversi dispositivi elettronici, numerosi account di posta elettronica, pannelli re-seller di IPTV, diverse carte di credito e un conto PayPal – con circa 5mila euro – riconducibile ai due uomini.