HOMEPAGE POLITICA Ferentino – Convocato il Consiglio Comunale sulla mozione di risoluzione contrattuale...

Ferentino – Convocato il Consiglio Comunale sulla mozione di risoluzione contrattuale con ACEA ATO5

581
CONDIVIDI

Il 27 Marzo alle ore 9, finalmente è stato convocato il Consiglio Comunale con all’ordine del giorno la proposta di mozione per la messa in atto di azioni per la risoluzione contrattuale per colpa con il gestore privato  del servizio idrico, ACEA ATO 5, presentata, il 18 febbraio dai consiglieri comunali Marco Maddalena, Maurizio Berretta, Gianni Bernardini e Marco Valeri .

Una convocazione in ritardo rispetto al regolamento comunale, infatti, la  mozione  andava discussa entro 30 giorni dalla presentazione,  ovvero entro il 20 marzo. Questo ritardo di ben una settimana  dimostra un certo nervosismo da parte del governo locale  sulla questione della gestione idrica .

Una discussione, al contrario, di primaria importanza che deve essere affrontata al più presto, per questo si spera che in Consiglio non ci siano “giochetti” per rinviare nuovamente la discussione.

E’ necessario che il Consiglio impegni il sindaco a procedere nella Conferenza dei Sindaci alla risoluzione contrattuale per colpa di ACEA ATO5.  Le inadempienze, ormai, sono talmente evidenti, dall’ esose e non chiare fatturazioni che stanno avendo effetti sempre più negativi sui bilanci familiari,  all’assenza di investimenti non solo nella rete idrica ma nemmeno nella manutenzione ordinaria , esempi chiari sono le continue perdite idriche, l’assenza degli interventi di messa in sicurezza  ad esempio del serbatoio idrico  nella zona Pareti e  il  malfunzionamento dei depuratori nel nostro Comune . Tutto ciò, nonostante la presenza, oramai, decennale dell’ACEA ATO 5 nel nostro territorio.

La proposta di delibera inoltre contiene l’impegno a diffidare il gestore sia a sospendere le fatturazioni e sia a non asportare il contatore ad utenti che abbiano avviato un contenzioso con il gestore, o che si trovino in casi di morosità incolpevole, o che riguardino utenze che servono persone particolarmente fragili (malati, bambini, anziani).

Considerata l’importanza del tema invitiamo i cittadini a partecipare numerosi ed a comunicare in questa settimana tutte le inadempienze e disservizi che continuano a subire in modo da sottoporli a conoscenza di tutti i membri del Consiglio Comunale.

Infine, si prende atto come il Presidente del Consiglio per l’ennesima volta convochi un consiglio comunale in mattinata non rendendo così agevole la partecipazione dei cittadini su un Bene Comune come  l’acqua  garantito dai principi costituzionali e comunitari .