HOMEPAGE POLITICA Fantini, Segretario Regionale Gd: “Ripartire dai temi e dalla vittoria di Zingaretti”

Fantini, Segretario Regionale Gd: “Ripartire dai temi e dalla vittoria di Zingaretti”

656
CONDIVIDI

“Ripartire dai temi, da un’analisi del percorso fatto fin ora, dagli errori commessi in questi anni con la seguente pesante sconfitta in ambito nazionale, ma anche dai successi ottenuti come l’importante affermazione di Nicola Zingaretti confermato Presidente della Regione Lazio. Ripartire mettendo al centro del dibattito le battaglie vere che il Partito Democratico ha, in parte, smesso di combattere, ritrovando il senso di appartenenza alla nostra comunità e diventando, di nuovo, i punti di riferimento di chi vive qualsiasi forma di disagio. Torniamo ad elaborare soluzioni concrete ai problemi della gente e facciamolo nei nostri circoli e con i nostri iscritti. A Frosinone, anche e soprattutto in virtù di questo ragionamento, i Giovani Democratici hanno organizzato una analisi del voto aperta a tutti per domenica, alla quale sarò entusiasta di fornire un mio contributo. Ripartiamo da qui”.

Lo dichiara in una nota il segretario regionale dei Giovani Democratici Luca Fantini per presentare l’iniziativa dei Gd Lazio “Ripartiamo da qui”, l’Assemblea Pubblica per un’analisi del voto che si terrà domenica 18 marzo, alle ore 18.30, in Via J. F. Kennedy a Frosinone.

“Il Lazio – spiega Fantini – dove la coalizione di centrosinistra ha preso circa 350mila voti in più rispetto al voto nazionale, ha messo in mostra un modello valido, progressista, unitario e plurale. Il nostro percorso è straordinariamente coerente e lo dimostra il sostegno ad Orlando nella fase congressuale e quello al buon governo Zingaretti nel corso della legislatura appena conclusa. Sappiamo bene, dunque, da quale parte stare perché i problemi oggi da più parte denunciati sono gli stessi che noi mettevamo al centro del dibattito politico un anno fa. Nel contempo, siamo contro la demonizzazione della sconfitta così come non riteniamo qualificante per il nostro partito la ricerca di un unico colpevole, da molti individuato nell’ex Segretario Matteo Renzi. Crediamo, invece, che si debba assolutamente ripartire dall’ascolto delle istanze della nostra gente, avvicinando i giovani alla politica e ciò è possibile farlo attraverso i circoli, che possono rappresentare il fulcro di questa azione. Per riaprire un confronto nel partito e anche fuori di esso e ripartire da iniziative che coinvolgano gli elettori nei processi decisionali sostenendo una nuova stagione di cambiamento nella nostra Regione al fianco di Nicola Zingaretti e di tanti amministratori locali che, quotidianamente, sono in prima linea a difesa dei diritti dei cittadini e per migliorare la qualità della vita degli stessi”.