HOMEPAGE CRONACA COTRAL, DA DOMANI SI SALIRA’ A BORDO DEI BUS DA DIETRO

COTRAL, DA DOMANI SI SALIRA’ A BORDO DEI BUS DA DIETRO

20408
CONDIVIDI

Misure anti contagio da Covid 19 nel Lazio, nel settore dei trasporti pubblici Cotral fa la sua parte con una nuova disposizione per i viaggiatori: da domani dovranno salire sui mezzi che siano sprovvisti della cabina di protezione del conducente solo dalla portiera posteriore. Una recente disposizione precedente all’allarme Covid 19 aveva invece stabilito che la salita sui mezzi dovesse essere effettuata solo dal portello anteriore, stante l’attribuzione ai conducenti della nuova mansione di polizia amministrativa con mansioni di controllo diretto. E’ una nota interna del Direttore operativo Giuseppe Ferraro a spiegare le nuove regole che in queste ore saranno rese note al pubblico, regole che scaturiscono dalla necessità di tutelare il personale viaggiante da possibilità di contagio, stante l’esigua distanza che intercorre fra un passeggero che si issa a bordo e il conducente stesso. La Disposizione organizzativa protocollata al N° 1 del 2020 stabilisce dispone dunque “dalla giornata di domani 8 marzo 2020 (operativamente da domani, lunedì 9) e fino a nuova disposizione, di non aprire alle fermate la porta anteriore, a meno di situazioni di emergenza, durante lo svolgimento del servizio con le tipologie di autobus prive di cabina di protezione autista. In considerazione dell’utilizzo banalizzato della porta posteriore si sollecita alla massima attenzione durante le fasi di salita/discesa dei passeggeri”. Faranno eccezione i mezzi dotati di protezione per l’autista, per i quali “restano invariate pertanto le modalità di incarrozzamento: il Solaris Interurbino, il MAN Skyliner e l’IVECO Daily”. Anche Cotral ha riconosciuto la necessità di dare regole dinamiche, che si conformino cioè passo passo al difficile evolversi della situazione legata all’epidemia da Coronavirus. La nota chiude infatti con una precisazione per cui “a seguito dell’analisi del prossimo DPCM e delle riunioni di emergenza in sede regionale, si provvederà ad integrare la presente Disposizione – con le eventuali opportune modifiche – nell’ambito di un successivo Ordine di Servizio pari argomento”. Le operazioni di obliterazione del titolo di viaggio infatti sono obbligatoriamente da effettuarsi nella parte anteriore di molti mezzi, dove sono poste le apposite macchinette, ma con un ‘avvicinamento posteriore’ la speranza è di scongiurare contatti diretti fra passeggeri e conducente, nell’interesse di tutti.

Monia Lauroni