HOMEPAGE CRONACA Cassino – 39enne tratto in arresto dalla Polizia di Stato

Cassino – 39enne tratto in arresto dalla Polizia di Stato

161
CONDIVIDI

Personale della  Polizia di Stato del Commissariato di P.S. Cassino ha tratto in arresto un 39enne per violazione dei provvedimenti di allontanamento dalla  casa familiare e divieto di avvicinamento alla persona offesa,  in danno della compagna.

Al riguardo, si rappresenta che a seguito di richiesta telefonica pervenuta alla Sala Operativa del Commissariato, gli agenti della  Volante intervenivano presso una  struttura alberghiera  della città, ove era stata segnalata la presenza di  una donna,  vittima di violenza fisica da parte del  suo compagno.

Giunti sul posto gli operatori prendevano contatti con il richiedente l’intervento e, una volta raggiunto il piano sul quale è ubicata la stanza “incriminata”,   udivano  le voci di un uomo e di una donna che discutevano  tra  loro.

Una volta entrati nella stanza, i poliziotti trovavano il 39enne   e la vittima, quest’ultima  in forte stato di agitazione.   

Con non poca difficoltà la donna  riferiva loro di aver subito violenza fisica dal suo compagno, asserendo che questi l’aveva colpita  più volte con pugni all’addome  ed al capo.

Considerato che accusava forti dolori, si richiedeva sul posto personale sanitario del 118 che, dopo un primo intervento, decidevano di trasportare la donna presso l’Ospedale Civile di Cassino, ove veniva assistita e ricoverata. 

 Da accertamenti effettuati  sono emerse a carico dell’indagato segnalazioni di polizia  e   la misura cautelare ex art.282 ter c.p.p. del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa e l’applicazione del dispositivo di controllo a distanza (c.d. braccialetto elettronico), provvedimento sospeso dall’A.G. per sopravvenuta remissione di querela.    

Nel corso della mattinata odierna, seguendo le direttive impartite dal Procuratore della Repubblica F.F. Dr. Alfredo Mattei titolare delle indagini, personale del Commissariato di P.S. si recava presso l’Ospedale Civile di Cassino, per formalizzare la denuncia\querela resa dalla vittima  e acquisire il Referto di Pronto Soccorso.

 Per i motivi sopra esposti, l’uomo veniva tratto in arresto e condotto presso il proprio domicilio, ove si trova sottoposto alla misura pre-cautelare degli arresti domiciliari su disposizione dell’A.G. procedente.