HOMEPAGE PRIMO PIANO Calcio – Frosinone, Grosso: “Contro il Sudtirol al massimo del nostro livello”

Calcio – Frosinone, Grosso: “Contro il Sudtirol al massimo del nostro livello”

110
CONDIVIDI

Alla vigilia della gara di Bolzano, la consueta conferenza stampa di mister Fabio Grosso sulla rotta di avvicinamento al match del ‘Druso’.

Mister Grosso, a Bolzano è la prima di tre gare molto delicate ed è logico pensare ad una partita alla volta. Ma è d’accordo che questi 10 giorni saranno molto importanti per la stagione del suo Frosinone?

“Più passa il tempo e chiaramente diminuiscono le partite da giocare e il peso specifico di ogni gara diventa maggiore anche se siamo ancora distanti dall’arrivo. Ci sarà bisogno di pedalare. E’ un momento in cui può essere importante dare continuità, noi lo sappiamo bene e cercheremo di presentarci a Bolzano al massimo dei nostri livelli perché ci sarà bisogno di essere al top contro una formazione tosta, solida e generosa che viene da una lunga serie positiva e che sicuramente ci impensierirà”.

Quant’è pesante l’assenza di un leader come Lucioni? Sta pensando ad una difesa a tre per sostituirlo? Con le alternative a disposizione, pensa comunque di riuscire a conservare la solidità difensiva?

“Lo dico da sempre e lo continuo a dire: mi dispiace quando un giocatore non è della gara. Soprattutto per degli infortuni dovuti a scontri di gioco. Sono convinto che abbiamo a disposizione giocatori con qualità importanti per poter disputare delle grandi partite. Perdiamo Fabio che è un giocatore carismatico della squadra, lo perdiamo in campo ma lo abbiamo sempre con noi fuori con tutto il suo spessore. Adesso dobbiamo focalizzarci sulla gara, ci sono tanti ragazzi bravi che hanno le potenzialità per tenere alto il nostro livello e fronteggiare qualsiasi tipo di avversario”.

Szymiński è la prima scelta per sostituire Lucioni o sta valutando anche l’ipotesi di Sampirisi centrale?

“Lo dicevo all’inizio della stagione ai giocatori: arriva un momento in cui le cose succedono. Noi abbiamo bisogno di tutta la rosa, sempre. Perché il campionato è lungo, le partite sono difficili, perché ci saranno 3 gare nell’arco di una settimana. Perché serve un organico che si faccia trovare pronto. Dobbiamo alzare il livello individuale di ognuno dei giocatori per cercare di essere più bravi collettivamente. Abbiamo alternative valide: Szyminski, Kalaj, Monterisi sono tutti pronti per poter giocare e all’occorrenza abbiamo Sampirisi, Cotali che lo hanno fatto quel ruolo e lo sanno fare bene. Tutti pronti per giocare e dare il loro contributo. Dietro possiamo giocare a quattro, a tre e fare tante altre cose. L’importante è continuare ad essere protagonisti di questo campionato”.

Tre gare in una settimana, ricorrerà ad alcune rotazioni viste anche alcune assenze? L’avvio di stagione di Oyono era stato straordinario, poi l’infortunio. A che punto è il ragazzo e quando ritiene che potremo rivederlo sui livelli di iniziò stagione?

“Il ragazzo è pronto, sarà un’alternativa per la partita. Abbiamo fuori Lucioni, Mazzitelli e  Kone. Qualche problemino lo abbiamo avuto mentre tutti gli altri sono a disposizione. E le scelte le farò considerando i ragazzi che stanno bene e sapendo sempre che poi ne serviranno come sempre 5 in corsa per darci una grande mano. Solo dopo penseremo alle gare che verranno”.

Quanto inizia a pesare la classifica ora che siamo arrivati alla quindicesima giornata? In B è attendibile o ci potrebbero essere ribaltoni?

“Siamo abituati a dei cambi in classifica in questo campionato, la testa della classifica dipende se si infila o meno un filotto di successi. Ma serve comunque un equilibrio giusto. Sappiamo in quale posizione di classifica ci troviamo e siamo contentissimi ma sappiamo anche che il campionato è tosto. Vogliamo essere presenti in ogni gara, fare le partite a modo nostro e al di là del risultato finale mantenere la presenza in ogni gara”.

Con quello di Cristiano Lucarelli sono già 12 gli esoneri in Serie B e non siamo neanche alla fine del girone di andata. C’è poca pazienza? È una moda tutta italiana? Cosa pensa?

“Per trattare questo tema sarebbe necessaria una conferenza a parte. Io adesso penso alla partita molto difficile che andremo ad affrontare, contro un avversario forte che va rispettato e che ha messo in difficoltà tutte le avversarie che ha affrontato e ne ha battute tante. Questo è molto più importante di ogni altro discorso. Dobbiamo sapere anche che abbiamo tutte le qualità a disposizione per mettere in difficoltà il Sudtirol grazie alla bravura di saper esprimere al meglio quello che sappiamo fare”.

Ufficio Stampa Frosinone Calcio