HOMEPAGE PRIMO PIANO Calcio – Frosinone, Angelozzi su Vivarini: “L’ho sempre stimato. Ora finalmente lavoreremo...

Calcio – Frosinone, Angelozzi su Vivarini: “L’ho sempre stimato. Ora finalmente lavoreremo insieme”

78
CONDIVIDI

E’ il giorno di Vincenzo Vivarini, neo allenatore del Frosinone. Nella sala conferenze del ‘Benito Stirpe-Psc Arena’ è l’ad operation dell’Area Tecnica, Guido Angelozzi, a presentare il tecnico abruzzese. Cinquantotto anni, nato ad Ari in provincia di Chieti, panchina d’oro per la stagione 2022-’23, 487 panchine tra i professionisti, in Ciociaria è già stato da calciatore, attaccante con la maglia di Ferentino e Isolaliri.  E’ il direttore dell’Area Tecnica a fare gli onori di casa. E il fuoco di fila delle domande dei cronisti, il dirigente le dividerà equamente con il tecnico dopo la breve introduzione: “Voglio ringraziare prima di tutto mister Di Francesco e gli mando un caloroso in bocca al lupo per la stagione che verrà – sono le prime parole di Angelozzi -, al pari di tutti i ragazzi tornati ai Club di appartenenza. E’ stata una stagione bellissima, finita male ma solo per quei 2’ finali. Nell’insieme è stata una bella annata, grazie anche ai tifosi che ci hanno sempre sostenuto. E’ la prima volta che parlo dopo la retrocessione, non c’era stata l’occasione (la sera del 26 maggio fu il presidente Maurizio Stirpe a parlare alla stampa, ndr). Adesso ripartiamo con un nuovo programma. Quest’anno abbiamo cambiato molto, come vedremo, in tutte le Aree. La prima novità è rappresentata proprio da mister Vincenzo Vivarini, un tecnico che ho sempre seguito con interesse ed attenzione e che mi ero ripromesso in tempi non sospetti di provare a portare con noi. Sono molto soddisfatto di averlo portato qui con i suoi collaboratori. Sarà un percorso tutto nuovo, condiviso con il presidente Stirpe. Abbiamo stravolto tutto, avevamo bisogno di cambiare: non solo nello staff tecnico ma anche in quello medico. Credo che sarà un bel percorso. Vivarini è un tecnico che esprime un calcio che piacerà anche ai tifosi, è un tecnico che fa del gioco propositivo e del lavoro con i giovani i suoi cavalli di battaglia. Un metodo di lavoro che piace al Presidente, al sottoscritto e piacerà alla gente giallazzurra”.

Fonte: frosinonecalcio.com