HOMEPAGE PRIMO PIANO Calcio – Frosinone, Angelozzi: “Brescianini, Gelli e Mazzitelli mi stanno impressionando”

Calcio – Frosinone, Angelozzi: “Brescianini, Gelli e Mazzitelli mi stanno impressionando”

168
CONDIVIDI

Il direttore dell’area tecnica dei ciociari, in conferenza stampa, ha fatto il punto sulla stagione e riassunto quanto accaduto nel corso della sessione invernale di calciomercato.

Frosinone, le parole del direttore Angelozzi

“Vorrei ripercorrere quanto accaduto dal primo di gennaio al primo di febbraio. Voi sapevate che quest’estate io per varie vicissitudini non avevo preso un difensore: l’avevo detto pubblicamente, mancava e mi sono autoaccusato. Le cose inizialmente sono andate bene, fino a quando non sono successe delle disgrazie, degli infortuni. Al mercato di gennaio ci eravamo proposti di fare almeno due acquisti, e abbiamo preso con largo anticipo Zortea e Bonifazi; il primo ha avuto uno stiramento dopo una buonissima partita, l’altro pure, si è fatto male. Allora siamo tornati sul mercato prendendo Valeri, speriamo che al più presto tornino tutti, il mister ne ha bisogno. Ormai mi conoscete, mi piace fare degli investimenti sul futuro: uno era Ghedjemis, l’altro è Isak (Vural, ndr): ci crediamo, ma ci vuole tempo”. 

Gli infortuni

“Sono soddisfatto della sessione, abbiamo immesso sei giocatori e fatto due uscite; poche, ne avrei volute di più perché siamo tanti. Gli infortuni? Ce ne sono stati di muscolari, ma molti sono traumatici. Siccome si gioca ad alta intensità, tante squadre ne hanno, anche Juve Milan e Napoli, che come strutture sono più avanti di noi appena promossi. In più nel nostro caso gli infortuni sono stati tutti in difesa, il reparto in cui ci mancava qualcosa”. 

Le mancate cessioni

“Caso aveva tante richieste ma ha preferito rimanere nonostante io gli avessi consigliato di andare via. Abbiamo tanti esterni e attaccanti, c’era la possibilità di migliorare economicamente anche rimanendo nella stessa categoria, ma lui ha fatto questa scelta. Ci ha provocato un danno e lo ha fatto a se stesso. Baez l’avevo già venduto ma è un grande professionista, ora è quasi pronto per essere aggregato alla squadra. Seck ha caratteristiche che non avevamo. Sulle uscite non sono soddisfatto, Bidaoui è rimasto e a fine anno ci separeremo. Dobbiamo rimanere umili, sono orgoglioso di lavorare qui perché il Frosinone è una società che rispetta i suoi dipendenti”. 

Angelozzi su Brescianini e Mazzitelli 

“Mi avrebbe fatto piacere riportare Zerbin, abbiamo avuto dei colloqui col ragazzo ma poi è successo un imprevisto con il Napoli. Colpa nostra anche, visto che pensavamo di poter fare un exrracomunitario (Popovic, ndr) e non è andata come pensavamo. Mi dispiace”. Sulle richieste: “A parte quella per Soulè, ci sono state richieste per Brescianini da una società molto importante, e anche per Mazzitelli. Ho detto che ne riparleremo a giugno. Un mio collega di una squadra di Serie A mi ha detto che Mazzitelli sembra Rijkaard.

Non pensavo che Brescianini potesse fare quello che sta facendo. Ha dimostrato di fare tre ruoli sempre bene, ha un’intelligenza calcistica superiore alla media. Mi ha sorpreso, e come lui anche Gelli. Mi ha chiamato Ricky Massara e mi ha detto che è una roba fuori dal normale, mi ha chiesto dove l’abbia preso. I riscatti? Dipende tutto dalla categoria, vedremo a maggio”.