HOMEPAGE PRIMO PIANO Alatri, Valentina Celani: “La scuola non sia solo lo spazio per la...

Alatri, Valentina Celani: “La scuola non sia solo lo spazio per la lezione”

165
CONDIVIDI
Riceviamo e pubblichiamo una nota di Valentina Celani in relazione all’inizio del nuovo anno scolastico degli studenti di Alatri.
“Campanella pronta a suonare per questo nuovo anno scolastico.
La scuola è lo spazio delle relazioni e della crescita e negli ultimi mesi ha sofferto più di ogni altro settore della società.
L’assenza di una vita scolastica a pieno regime ha consegnato dei risultati devastanti non solo sul piano culturale ma soprattutto sullo stato di socializzazione, integrazione e di incontro dei ragazzi, lasciati in qualche modo in balia degli eventi.
Vorrei che nel mio paese la scuola non fosse solo lo spazio della lezione, ma diventasse la realtà tramite la quale il paese torni a vivere, attraverso un coinvolgimento totale nella vita cittadina con la promozione dei talenti di ogni alunno e della loro capacità di pensare al futuro in un rapporto costante con le istituzioni.
In che modo l’amministrazione può farlo?
Innanzitutto sostenendo, promuovendo, valorizzando e incentivando  progetti didattici, di educazione alla salute e civica; prestando attenzione alla disabilità e all’integrazione; fornendo il giusto sostegno alle famiglie in difficoltà economica, affinché tutti i più piccoli e giovani abbiamo le stesse opportunità di formazione.
Non da ultimo poi, prestando la massima attenzione allo stato dell’edilizia scolastica,  e dell’organizzazione dei trasporti pubblici.
Saggi, partecipazione scolastica alle attività culturali della città, impegno dei nostri giovani studenti nella cura del paese, con la progettazione di un’ alternanza scuola-lavoro che si realizzi in attività di promozione sociale e di educazione alla solidarietà. Queste possono essere delle iniziative fattibili e possibili che un’ amministrazione dovrebbe saper mettere in atto.
Buon anno a tutti i ragazzi di Alatri, ai docenti e soprattutto ai più piccoli perché il loro futuro è nelle nostre mani”.
Valentina Celani