HOMEPAGE POLITICA Alatri – Replica di Cianfrocca all’Amministazione Comunale

Alatri – Replica di Cianfrocca all’Amministazione Comunale

547
CONDIVIDI

Sono sinceramente onorato e allo stesso tempo commosso di aver fatto in modo che tutti i consiglieri e gli assessori  siano per una volta d’accordo  su qualcosa . Dispiace però dover sottolineare come il loro comunicato sia un insieme di frasi sconnesse e contraddittorie, effetto inevitabile quando a scrivere sono così tante mani ognuna delle quali non sa cosa abbia scritto l’altra.

E’ chiaro  che nessuno dei sopracitati ha capito il nesso del mio pensiero e la loro reazione è data da quella “ coda di paglia “ che fa capire ancor più come io abbia colto nel segno. Si dice  dove fossi quando iniziavano i problemi dell’Ospedale San Benedetto, ebbene vorrei ricordare a lor signori che , da consigliere,  mi sono fatto promotore , nell’ottobre 2008 ,  dello convocazione di un consiglio comunale  straordinario aperto al Presidente della Regione Lazio Marrazzo ( lo ricordate ? ) , al Direttore Generale della ASL e  tutti i politici del territorio.  Il consiglio si tenne , ovviamente senza l’intervento dei “ capoccioni “ , e si approvò all’unanimità un ordine del giorno dove si evidenziavano le criticità della sanità .

 Questo io l’ho fatto:  peccato che ancora oggi i comitati e i cittadini  aspettano che si tenga un consiglio comunale ad hoc su questo tema. Altra inesattezza riguarda la mia presunta appartenenza alla maggioranza ma anche questa volta la memoria e la malafede vi hanno portato ad affermare falsità . Prima di parlare bisogna documentarsi bene e riflettere altrimenti, come in questo caso ,  si fanno brutte figure.

Quando parlo di fallimento della politica non guardo solo all’attualità ma alle varie gestioni che si sono succedute nel tempo e che hanno ridotto quella del nostro territorio in una sanità da terzo mondo; o vi siete dimenticati di quanti ospedali sono stati chiusi in provincia di Frosinone ?

Le autocelebrazioni le potrete fare solamente quando non bisognerà più attendere 48 ore nei pronto soccorso, quando non si perderà la vita per  percorrere 30 km  prima di poter prendere  un eliambulanza , quando non si sarà più costretti a ricorrere a strutture private per evitare le lunghissime attese per esami importanti ecc. Ecco solo quando la politica garantirà una sanità decente potrò affermare il contrario ma fino ad oggi,  lo ribadisco,  la politica ha fallito .

Questa volta, quindi, avreste fatto meglio a stare zitti perché se è vero che in qualche occasione il silenzio è d’oro in questo caso sarebbe stato di platino.

Maurizio Cianfrocca