HOMEPAGE APPUNTAMENTI Alatri – Il Liceo Classico “Luigi Pietrobono” per il secondo anno consecutivo...

Alatri – Il Liceo Classico “Luigi Pietrobono” per il secondo anno consecutivo ha riscosso un gratificante successo nel concorso di traduzione latina “Certamen Ciceronianum Arpinas”

47
CONDIVIDI

Il Liceo Classico “Luigi Pietrobono” di Alatri, guidato dalla Dirigente scolastica, Prof.ssa Simona Scarsella, per il secondo anno consecutivo ha riscosso un gratificante successo nel concorso di traduzione latina “Certamen Ciceronianum Arpinas”, giunto alla sua XLI edizione. Lo studente Diego Di Pietropaolo, infatti, allievo della Prof.ssa Giovanna Mastroianni, ha ricevuto una menzione onorevole dalla famiglia Crotti-Battaglia, ottenendo un posto tra i 16 vincitori della competizione, la cui prova finale si è svolta in presenza venerdì 6 maggio 2022. Il conseguimento di tale risultato da parte dello studente del Pietrobono, ottenuto nell’edizione appena conclusa, risulta ancora più significativo in quanto la partecipazione ha visto coinvolti studenti provenienti non solo dai paesi europei, ma anche da altri paesi del mondo come la Corea del Sud. La massiccia partecipazione alla manifestazione ha quindi confermato e soddisfatto le aspettative del Miur di integrare e valorizzazione le eccellenze con diverse tradizioni culturali e scolastiche. Le prove attraverso le quali sono dovuti passare gli studenti sono state impegnative e molteplici: ad una prima selezione attuata dalle singole scuole, in cui sono stati individuati gli studenti più meritevoli, è seguita una prova preselettiva, consistente nella traduzione di un brano tratto dall’”Orator” corredata da un commento, svolta in via telematica il 26 febbraio 2022, che ha selezionato tra più di 150 partecipanti iniziali i 64 finalisti, i quali infine hanno dovuto cimentarsi nella prova finale, avvenuta in presenza presso l’I.I.S. Tulliano di Arpino, ancora una volta rappresentata dalla traduzione e dal relativo commento di un brano del “Brutus”, particolarmente impegnativo sul piano interpretativo. Domenica 8 maggio nella cerimonia di premiazione, tornata a svolgersi dal vivo dopo due anni nella gremita piazza di Arpino, i vincitori sono saliti sul palco per ricevere gli ambiti riconoscimenti tra gli applausi e l’emozione generale.