HOMEPAGE POLITICA Alatri – Il Circolo Comunale del PD scrive a Zingaretti per la...

Alatri – Il Circolo Comunale del PD scrive a Zingaretti per la Sanità locale

783
CONDIVIDI

Riceviamo e pubblichiamo una lettera aperta del PD Alatrense al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti

Egr. Presidente

Il Circolo comunale del Partito Democratico di Alatri, sapendo di rappresentare la maggior parte dei Circoli PD dell’area nord della Provincia di Frosinone ha deciso, dopo una lunga discussione, di scriverle questa breve lettera per segnalarle con forza il grido di dolore che si alza dai cittadini che da sempre hanno come punto di riferimento l’Ospedale “San Benedetto” di Alatri, per le proprie cure e l’emergenza sanitaria. Siamo tra coloro che si sono battuti ed ogni giorno s’impegnano per portare avanti la sua idea di riforma della Regione e con essa la riforma dell’offerta sanitaria della nostra provincia. Da mesi cresce la preoccupazione per le sorti del nostro nosocomio. Nonostante le rassicurazioni di rilancio e trasformazione del “San Benedetto” i risultati ad oggi non si vedono, ad eccezione del day surgery, che però per come è nato non ha prodotto il consenso e l’approvazione che poteva avere: purtroppo i metodi di chi dirige la ASL, mi permetta, sono assurdi, si impongono le scelte, senza discussione, coinvolgimento del personale e delle Istituzioni locali. Le mammografie ridimensionate, il continuo blocco dei ricoveri di ostetricia, lo smantellamento graduale di chirurgia. La sensazione, che ci mette in grave difficoltà, è che chi dirige la ASL abbia un disegno nemmeno tanto celato di ridurre il nostro ospedale ad una semplice e misera “infermeria” dell’ospedale di Frosinone. L’atto aziendale maldestramente messo ai voti dal management ne è la descrizione più evidente.

Cogliamo l’occasione dell’audizione in commissione salute degli atti aziendali per chiederle di intervenire e di farlo con la determinazione e l’indirizzo di questi due anni, che hanno portato tutti

noi a condividere il suo operato. Peraltro caro Presidente, la Manager dell’ASL provinciale dice pubblicamente che i tagli sono voluti dalla Regione. Un esempio su tutti: la Regione nelle linee guida indica il taglio del numero complessivo delle Strutture complesse, necessarie al funzionamento dei reparti, come indispensabile sacrificio. L’atto aziendale della nostra ASL taglia le Strutture complesse negli ospedali (Alatri ne conta 1 soltanto) e ne inserisce ben 12 nella direzione generale di Frosinone. Addirittura, nelle suddette, s’inseriscono 2 strutture complesse per il personale e diventa struttura complessa addirittura la comunicazione aziendale. Allora una considerazione nasce spontanea: non ci sono strutture per gli ospedali, per il Pronto Soccorso di Alatri, ma crescono nei livelli di direzione amministrativa.

La preghiamo di intervenire al più presto e di modificare questo atto aziendale, per non vanificare gli sforzi che state facendo in Regione e per sfatare con i fatti la diceria che chi sta affossando la sanità in provincia di Frosinone sia in realtà una mera esecutrice di volontà romane.

Siamo certi di un suo intervento e con l’occasione le facciamo un caloroso e fraterno saluto.