HOMEPAGE POLITICA ALATRI, CIANFROCCA REPLICA ALLE OPPOSIZIONI SULLA TARI: “FACCIAMO CHIAREZZA”

ALATRI, CIANFROCCA REPLICA ALLE OPPOSIZIONI SULLA TARI: “FACCIAMO CHIAREZZA”

515
CONDIVIDI

Riceviamo e pubblichiamo una nota del sindaco di Alatri, Maurizio Cianfrocca, che replica alle opposizioni sugli attacchi ricevuti per gli aumenti della Tari:

“In questi giorni sono stati consegnati gli avvisi di pagamento della tassa sui rifiuti e qualcuno ha giustamente notato qualche aumento in bolletta. Negli ultimi due Consigli Comunali (approvazione Bilancio e salvaguardia degli Equilibri) non abbiamo mai nascosto o coperto il fatto che qualche aumento potesse generarsi a seguito delle novità introdotte dall’Autorità d’Ambio (ARERA) per quanto concerne il metodo di calcolo della tariffazione, MTR-2.

Ad Agosto 2021 l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA), ha deliberato l’avvio del secondo periodo di regolazione tariffaria per il settore dei rifiuti, MTR-2, valido dal 2022 al 2025, imponendo cosi ai Comuni di seguire precisi e prefissati schemi per il calcolo della tariffa a copertura del servizio previsto nel Piano Economico Finanziario, previo intervento in caso di inerzia o mancata applicazione del modello.

Ora a fronte di questa novità introdotta dall’autorità di regolamentazione del settore dei rifiuti, e non solo, siamo stati “costretti” a scegliere uno degli schemi per stabilire il limite e l’importo delle tariffe e dopo un lungo confronto abbiamo optato per un equo bilanciamento per la ripartizione dei costi tra utenze domestiche e non domestiche (occorre ricordare che l’80% dei costi del servizio è prodotto dalle famiglie ed il restante 20% da attività produttive ed imprese). L’aspetto più rilevante, che la delibera dell’Autorità ha introdotto, è quello del principio “chi più inquina più paga” ponendo così l’attenzione maggiormente sull’aspetto variabile della tariffa: ossia i componenti. Più componenti su meno metri quadrati subiscono un leggero aumento che viene ulteriormente amplificato dalla mancanza degli sconti che lo Stato ha elargito ai Comuni negli anni precedenti per fronteggiare l’emergenza del COVID.

Detto questo bisogna anche portare a conoscenza della popolazione che non tutte le utenze hanno subito degli aumenti, anzi! Centinaia e migliaia di utenti hanno registrato delle diminuzioni dei costi nella bollettazione.

Consapevoli delle difficoltà a cui l’Autorità d’Ambito ci ha legato abbiamo comunque lavorato per garantire il miglior servizio alla cittadinanza, investendo anche sulla tariffa fondi del bilancio comunale per agevolazioni alle giovani coppie, alle imprese ed alle nuove attività produttive.

Il concessionario TRE ESSE Srl, gli Uffici Tributari del Comune di Alatri e noi Amministratori rimaniamo a disposizione per qualsiasi chiarimento in merito”.