HOMEPAGE CRONACA Alatri – Ci ha lasciato Nicoletta Ferraris, manager e voce angelica

Alatri – Ci ha lasciato Nicoletta Ferraris, manager e voce angelica

17511
CONDIVIDI

Attonita e inconsolabile la comunità alatrense per la prematura morte di Nicoletta Ferraris, donna di intelligenza e grazia fuori dal comune. Nicoletta si è sempre distinta per le sue qualità di manager di un’azienda internazionale petrolchimica, arrivandone ai vertici con passione e rigore intellettuale. Imperversano sui social le dichiarazioni di commiato commoventi per una donna che ha saputo farsi valere, mantenendo cordialità e bontà verso il prossimo suo, senza sciocche vanità, rimanendo Nicoletta, la bella e simpatica ragazza che con caparbietà e stile è riuscita a scalare i gradini della società partendo da zero. Amica leale e tenera, tutti la ricordano per il suo sorriso bello e rassicurante, dolce e amabile, che riservava a tutti con generosità. Un male incurabile ieri sera ce l’ha portata via senza riguardo: Nicoletta aveva quasi sconfitto questo mostro che, circa un mese fa, era ricomparso implacabile. La breve vita della nostra amica però lascerà per sempre un segno di gioia in tutti coloro che l’hanno conosciuta: i colleghi del prestigioso Coro di Roma, ieri sera sono stati tra i primi a dare la terribile notizia, rimarcando l’immortalità dell’angelica voce di Nicoletta, talento naturale irripetibile, frutto di studio e amore per la musica. La stessa passione che riversava in tutto ciò che faceva e che l’ha resa punto di riferimento per la famiglia, gli amici di una vita, i colleghi e i parenti tutti. Nicoletta, mi scuserete un accenno personale, aveva sei giorni meno di me; l’ostetrica dell’ospedale San Benedetto, sito allora in piazza Regina Margherita, ci espose al “pubblico” dei nostri rispettivi genitori nello stesso giorno. Da lì non ci siamo più lasciati: impossibile trattenere le lacrime nel giorno di una così grave perdita. Mancanza che però sarà attutita dal ricordo indelebile dei suoi amici, parenti, del compagno, dei genitori, della sorella Lorenza, a cui non mancherà di sentirla accanto come da viva, e di raccontarne le sue splendide opere di tenerezza. Così non ci sentiremo più soli come in questo momento, perchè – come ci ha insegnato il Foscolo – la nostra Nicoletta saprà confortarci “nel ricordo dei suoi”. Rinnoviamo le più sentite condoglianze alla famiglia.

Ciao cara amica. Alatri ti ha nel cuore.

Patrizio Minnucci