HOMEPAGE POLITICA ELEZIONI ALATRI, CIAVARDINI (LEGA): “NESSUN COMPLOTTO CONTRO IANNARILLI, CENTRODESTRA SARÀ UNITO”

ELEZIONI ALATRI, CIAVARDINI (LEGA): “NESSUN COMPLOTTO CONTRO IANNARILLI, CENTRODESTRA SARÀ UNITO”

420
CONDIVIDI
“Il valore e l’importanza dello sport per la salute fisica e psichica di un individuo sono argomenti fondamentali e risaputi, ed il mio plauso va a tutti gli operatori del settore che hanno resistito in condizioni proibitive durante questa pandemia, il mio pensiero va ai proprietari delle palestre e dei centri sportivi in primis ai quali auguro una pronta ripresa. Parlando della nostra città, non posso non evidenziare però che le problematiche su questo argomento erano e rimangono moltissime”.
Così a Gente comune (per repliche, interviste, proposte 3803679601 e info@tipografiaacropoli.it) Francesco Ciavardini, della Lega di Alatri, che fa il punto su un settore di sua competenza (è stato presidente, con ottimi risultati, dell’Alatri calcio), lo sport, e analizza gli scenari in vista del prossimo voto amministrativo che lo vedrà impegnato al fianco del candidato di centro destra, Maurizio Cianfrocca.
Parla di problematiche, si spieghi meglio Ciavardini.
“Mi spiego meglio, certo. Una città di quasi 30000 abitanti come la nostra non è praticamente mai rappresentata a livello provinciale e regionale in nessuna disciplina. Nel corso degli ultimi anni, Alatri ha perso la serie C silver di basket maschile, ha perso la pallavolo maschile, ha perso il tennis ed infine ha perso anche il calcio. Questo perché erano tutte società rette in piedi dallo sforzo e dalla passione di singoli privati, che ad un certo punto non hanno più retto il peso economico delle spese. Motivo di vanto per l’intera città è invece l’amb Frosinone calcio a 5, appena promossa in serie B, mentre nel calcio le uniche due realtà rimaste attive sono il Tecchiena calcio e la neonata VIS Alatri, che stanno svolgendo un lavoro enorme e propositivo. Il mio augurio è che Alatri torni ad essere rappresentata anche a livello sportivo nel palcoscenici che le competono, in tutte le discipline”.
 
E a livello politico? Ci sono margini per ricostruire con Iannarilli?
“Ho letto con interesse le parole di Antonello a Gente comune sull’attuale situazione del centro-destra, e personalmente penso che lui sarebbe un valore aggiunto fondamentale in quanto ad esperienza e capacità politica per arrivare alla vittoria.
Sicuramente ci sono state delle incomprensioni, e forse un pochino di fretta dettata dall’entusiasmo di aver ridato finalmente l’unione a tutto il centro-destra alatrense con la figura di Maurizio Cianfrocca. Non c’è stata mai, da parte di nessuno, la volontà di tenere fuori la figura di Antonello dalla nostra coalizione. Nessun complotto”.
Quindi cosa prevede per il voto di ottobre?
“Il centro-destra ad Alatri è ritornato finalmente unito dopo un decennio, siamo una coalizione formata da un giusto mix di esperienza e novità, diversi ex validi amministratori hanno deciso di riscendere in campo, insieme a tanti giovani motivati dall’entusiasmo e dall’amore per la città di Alatri. Ai tre partiti di centro-destra Lega, Fratelli d’Italia e forza Italia, si affiancano tre liste civiche. Da esponente della Lega colgo l’occasione per ringraziare il coordinatore Emanuele Palmisani ed il nostro consigliere comunale Roberto Addesse per l’impegno profuso”.
RIC. STR.