HOMEPAGE CRONACA Veroli, dopo anni di servizio in Comune, Aldo Velocci va in pensione

Veroli, dopo anni di servizio in Comune, Aldo Velocci va in pensione

667
CONDIVIDI

 La pubblica amministrazione è fatta soprattutto di persone, di storie, di amicizie, di difficoltà, di responsabilità. Non solo di ruoli. Persone che, per buona parte della loro vita sono stati “fedeli” al lavoro che hanno svolto con attenzione e professionalità ed all’ente presso il quale hanno prestato servizio. E’ il caso di Aldo Velocci, storico impiegato comunale che ieri, durante la civica assise, non nascondendo la propria commozione, ha ricevuto l’abbraccio virtuale dell’amministrazione ed il saluto della comunità cittadina espresso dalla presidentessa del consiglio Cristina Verro. Circa trentatré anni al servizio del Comune di Veroli, un tempo lunghissimo, in cui si sono avvicendati personaggi, situazioni, amministrazioni, ruoli, dipendenti, vittorie e sconfitte. Un tempo vissuto ogni giorno con il cuore e che lo stesso Velocci ha provato a ripercorrere con la voce spezzata dall’emozione: “ Ricordo come fosse oggi il primo giorno di lavoro, martedì uno dicembre 1987, era mercato. Io novello cantoniero dotato di picco e pala, però a me i colleghi di allora fecero portare la carriola. Ultimo arrivato, ci stava!…” e poi l’immensa gratitudine alle persone che ha incontrato e a quell’Ente che lo ha fatto crescere umanamente e professionalmente. Aldo Velocci è stato un riferimento per molti, stimato da tutti, un impiegato di altri tempi, mai corroso dallo stress della vita lavorativa. Gentile sempre, disponibile, una persona positiva che ha arricchito di semplicità e valore l’austero e bellissimo Palazzo Mazzoli. Ieri, pubblicamente, l’amministrazione Comunale, attraverso le parole di Cristina Verro gli ha rivolto un sentito ringraziamento per la pluriennale e meritoria attività svolta con autentico spirito di appartenenza e con grande professionalità. Un contributo umano e professionale che resterà prezioso patrimonio della “famiglia” del Comune di Veroli alla quale Aldo apparterrà sempre. Un sincero ‘Grazie’ per gli anni trascorsi nella casa comunale al servizio della comunità verolana. Una ‘famiglia’ che ci auspichiamo possa continuare a ritrovarsi ancora, in altre occasioni, in modo da non recidere mai il legame che ha unito i destini di amministratori, dipendenti e cittadini. La cerimonia di saluto si è conclusa con un pensiero da parte di tutta l’amministrazione e degli uffici comunali e la consegna di una targa di riconoscimento. Su ciascuno incisa una data: 29 maggio 2020. Una data che resterà nel cuore di Aldo Velocci, stimato ed efficiente impiegato, persona responsabile, umile e gentile. Buona vita Aldo! Grazie…

Monia Lauroni