HOMEPAGE CRONACA Omicidio Gilberta Palleschi. L’autopsia: “Massacrata in maniera disumana”

Omicidio Gilberta Palleschi. L’autopsia: “Massacrata in maniera disumana”

301
CONDIVIDI

E’ stata massacrata di botte, in maniera disumana e senza pieta’, Gilberta Palleschi, l’insegnante di Sora scomparsa il 1* novembre e ritrovata senza vita, in una cava abbandonata, quaranta giorni dopo.

L’assassino della donna, Antonio Palleschi, omonimo ma non parente, dopo un tentativo di stupro ha ferocemente ucciso a colpi di calci in faccia e sulla testa la sfortunata insegnante di inglese. Gilberta Palleschi era scomparsa da Broccostella la mattina del 1* novembre mentre faceva una passeggiata in una zona isolata nei pressi del fiume Fibreno. Da quel momento e per quaranta giorni di lei non si e’ trovata traccia tranne alcuni frammenti del telefono cellulare, degli occhiali da sole che indossava e di una collanina.

L’aguzzino di Gilberta e’ stato individuato dai carabinieri e arrestato. Oggi con la consegna dei risultati dell’autopsia sono emersi dettagli raccapriccianti sulle cause che hanno portato alla morte la sfortunata segretaria regionale dell’Unicef.

Riccardo Strambi