HOMEPAGE CRONACA Montecassino, “Adotta un sampietrino”: la campagna per salvare l’Abbazia

Montecassino, “Adotta un sampietrino”: la campagna per salvare l’Abbazia

257
CONDIVIDI
Typical pavement of the streets of Rome with cobblestone (sanpietrini). In view of one of the stone slopes

Come vi è certamente noto, grazie all’avvento del mondo digitale si aprono nuove possibilità ed orizzonti. In particolare, negli ultimi tempi si è sviluppato il Crowdfunding, una raccolta di fondi che viene operata direttamente sul web. Grazie a questa tecnica, centinaia di persone possono donare il proprio denaro in modo semplice. Facendo leva sul Crowdfunding, anche l’Abbazia di Montecassino ha deciso di intraprendere una campagna con il nome di “Adotta un Sanpietrino”. In che cosa consiste questa campagna? E perché il partecipare può fare la differenza? Ecco tutto ciò che c’è da sapere al riguardo.

Lo scopo di questa campagna è quello di trovare fondi per riuscire a ristrutturare e donare nuova linfa a quello che viene conosciuto come l’Ingresso del Pellegrino. Si tratta dell’entrata originale dell’Abbazia, dove ancora oggi, sul lunotto che la sovrasta, è possibile ammirare la scritta PAX, un buon augurio a chiunque varca tale ingresso. Quest’entrata risale al periodo medioevale, quando S. Benedetto e un gruppetto di monaci si installarono in questa struttura. In definitiva, quindi, l’Ingresso del Pellegrino è un simbolo dell’Abbazia di Montecassino e un emblema storico, che nel corso delle epoche è stato varcato da migliaia e migliaia di credenti.

A questo punto vi potrete chiedere se è davvero necessario operare una manutenzione architettonica della struttura. Ebbene, un intervento del genere si rende necessario a causa delle condizioni attuali dell’ingresso. Infatti, è possibile notare ad occhio nudo come esso sia minacciato dall’avanzare del tempo che ha inesorabilmente rovinato la pavimentazione composta da sanpietrini. Una parte del pavimento è, infatti, parzialmente non percorribile a causa di uno scollamento dei sampietrini, con conseguente rigonfiamento. Questo deterioramento deve essere necessariamente fermato, per evitare che un luogo di così grande importanza storica e religiosa venga ulteriormente danneggiato. A questo si aggiunga la mancanza di fondi pubblici che non favorisce un pronto intervento in tempi brevi. Poiché questa situazione non può perdurare vi è stata chiesta una mano attraverso l’innovativo strumento del Crowdfunding.

Attraverso il Crowdfunding, l’Abbazia di Montecassino si pone l’obiettivo ben preciso di raggiungere la cifra di 15.000 euro. Se vi state chiedendo perché serve questa somma, è presto spiegato. Occorre pensare che per una struttura così antica bisogna far ricorso a professionisti del settore, che possiedono grande esperienza in fatto di ristrutturazioni ad hoc e di manutenzione di pavimenti realizzati con sanpietrini. Per questi lavori, il totale ammonta a circa 13.000 euro. Se si sottrae questa cifra al budget potenziale, rimangono 2.000 euro. Vi chiederete: come vengono utilizzati questi soldi? I restanti 2.000 euro servono a coprire le spese per la produzione di materiale di comunicazione e le spese di gestione della relativa campagna. In ogni caso, quale che sia la somma raccolta alla fine della campagna, verrà sempre prima devoluta alle spese di manutenzione necessarie per riuscire a sistemare l’Ingresso del Pellegrino. E qualora venisse raccolta una somma maggiore rispetto a quella necessaria? In questo caso il surplus sarà utilizzato per finanziare i progetti successivi, riguardanti il restauro di altri due elementi importanti dell’Abbazia. Il primo è una statua lignea raffigurante una “Madonna col Bambino”, e il secondo i “pavimenti cosmateschi” della Cappella di S. Martino.

Ci sono diversi modi attraverso i quali si può contribuire. In primo luogo occorre registrarsi alla piattaforma Sociallendingitalia.net. Dopo aver effettuato la registrazione o il login, bisognerà scegliere il progetto al quale aderire. Nel caso specifico si dovrà cliccare sul progetto “Adotta un Sanpietrino”, e scegliere quale cifra donare. Dopo aver fatto la promessa di donazione ed aver ricevuto le congratulazioni da parte degli addetti dell’Abbazia di Montecassino, vi giungerà una e-mail che mostrerà quali sono i canali attraverso cui versare i soldi promessi. Vi sono anche diverse ricompense che saranno ricevute a seconda di quanti soldi vengono donati. “Adottare un Sanpietrino” è senza dubbio un’opera benefica con cui aiutare un luogo storico e religioso come l’Abbazia di Montecassino.