HOMEPAGE APPUNTAMENTI L’Ordine dei Farmacisti della provincia di Frosinone, nel corso di una iniziativa...

L’Ordine dei Farmacisti della provincia di Frosinone, nel corso di una iniziativa organizzata nei giorni scorsi, ha incontrato le massime autorità del territorio collegate all’esercizio della professione

208
CONDIVIDI

L’Ordine dei Farmacisti della provincia di Frosinone, nel corso di una iniziativa organizzata nei giorni scorsi, ha incontrato le massime autorità del territorio collegate all’esercizio della professione. “Desidero ringraziare il Prefetto Zarrilli, il Questore Amato,  il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, col. t.ST Luigi Carbone  e tutte le autorità intervenute per aver accettato l’invito dell’Ordine. Vorrei esprimere la mia profonda riconoscenza non solo ai Consiglieri uscenti ma soprattutto al Presidente che ci ha guidato per trent’anni, dr. Lucio Pantano che, ricoprendo attualmente la carica di consigliere all’interno del direttivo, costituirà una garanzia di continuità con l’amministrazione precedente – ha dichiarato il Presidente Mastrangeli – Ma, con l’ingresso di altri Consiglieri più giovani ai quali auguro stagioni di intenso impegno, siamo obbligati a fare di più ed a guardare al futuro. Le autorità oggi presenti sono gli interlocutori a cui ci rivolgiamo quotidianamente, nell’esercizio della nostra professione che, oggi, è in profonda e rapida evoluzione. I nostri colleghi sono presenti non solo nelle città ma anche nei piccoli paesi, sono in prima linea nel Servizio Sanitario Nazionale, nelle parafarmacie e nei centri commerciali, mentre assistiamo sempre più spesso a farmaci che vengono commerciati, e non dispensati, tramite le piattaforme del Web. Nonostante questo, la figura del farmacista, che è l’operatore sanitario più vicino al cittadino, la prima persona alla quale ci si rivolge non solo per un consulto, ma anche per consiglio o una parola di conforto, resta insostituibile soprattutto in un periodo, come questo, fortemente segnato dalla globalizzazione. Ciò non deve, però, illuderci: dobbiamo essere protagonisti del nostro futuro, come sempre al fianco dei pazienti, delle famiglie, dei giovani e degli anziani. Un obiettivo, questo, che può essere centrato solo restando uniti e puntando sulla professionalità e sull’aggiornamento costante. Ringrazio nuovamente – ha concluso Mastrangeli – le forze dell’ordine, incessantemente in prima linea nel contrastare i fenomeni di contraffazione dei medicinali, a tutela della salute dei cittadini, e per la costante opera di lotta all’illegalità che ci ha visto, spesso, soggetto passivo di azioni criminose”. Il Presidente Mastrangeli ha concluso il proprio indirizzo di saluto con un riferimento al caduceo, il bastone alato cinto da due serpenti, emblema dell’Ordine: “Tutti i farmacisti ogni giorno pongono sul proprio camice, proprio all’altezza del cuore, questo simbolo sotto forma di spilla; è proprio con il cuore che esercitiamo quotidianamente la nostra professione”.