HOMEPAGE GENTE COMUNE La prima “Festa della Primavera” alla neonata Azienda Agraria dell’IIS Pertini

La prima “Festa della Primavera” alla neonata Azienda Agraria dell’IIS Pertini

1161
CONDIVIDI

Finalmente anche Alatri ha visto il riconoscimento di una Azienda agraria scolastica ufficiale e istituzionale. Il 2 maggio p.v. il fatidico “taglio del nastro”, presso la sede dell’IIS Pertini dell’ Istituto Tecnico Agrario “Sandro Pertini”, a partire dalle ore 16. La Dirigente scolastica, Annamaria Greco ha realizzato, con visibile soddisfazione e orgoglio personale, un ambizioso progetto, vanto per l’intero territorio: offrire agli studenti della porzione nord della provincia, una nuova opportunità di studio, un importante percorso formativo, ma soprattutto di lavoro in un settore, quello agroalimentare, per il quale gli esperti prevedono uno sviluppo davvero rilevante. Dopo due anni di trattative con Enti e Istituzioni, la prof.ssa Greco annuncia ufficialmente la nascita della prestigiosa Azienda agraria dell’IIS “Sandro Pertini”. Il fondo coltivabile disponibile fino ad ora è di alcuni ettari di terreno produttivo, dislocato sul territorio di comunale di Alatri. Il primo appezzamento di terreno di 60 are ospita attualmente un bellissimo orto sinergico dalla suggestiva geometria “spiralata” e ubicato di fronte all’edificio scolastico, sede dell’IIS Pertini. Altri 2,5 ettari di uliveto si trovano lungo Statale per Vico Nel Lazio. Inoltre, sono in fase di acquisizione altri 2,5 ettari in località Fraschette, l’ex campo di concentramento da sempre in attesa di essere opportunamente tutelato, valorizzato e promosso come sito di interesse storico a livello comunitario. Sono state recentemente acquistate e subito messe a dimora, alcune piante di Pyrus Communis, Malus Domestica, Moscato di Terracina, Moscato d’Amburgo, che insieme ad altre specie arboree arricchiranno il panorama produttivo dell’azienda. Direttrice è la prof.ssa D’Onorio, che è anche impegnata in un progetto di solidarietà verso alcuni Paesi africani: la coltivazione di artemisia, una pianticella della famiglia delle “Asteracee” da cui è possibile estrarre principi attivi con proprietà antitumorali e antimalariche. Attualmente sono in fase di coltivazione circa 400 piantine, pronte ad essere inviate in Africa, dove le popolazioni locali proseguiranno e incrementeranno la preziosa produzione. I giovanissimi studenti del I anno dell’Istituto agrario hanno curato le prime pianticelle. La loro soddisfazione più grande è stata la realizzazione dell’ orto sinergico “spiralato”, che sta già producendo le primizie di stagione: cipolle, carciofi, agli, bietole, insalate e altri prodotti ortofrutticoli. Nella loro fervida attività, gli studenti sono stati guidati con pazienza e competenza dalla dott.ssa Anna Fanton, presidente dell’associazione della Libera scuola di agricoltura sinergica “Emilia Hazelip” e curatrice del blog Aiuola Alta. Più che un orto, si punta a realizzare uno stile di vita basato sull’accoglienza. In prossimità del bellissimo orto sinergico, sta nascendo un grazioso stagno circondato da erbe aromatiche e, poco più indietro un frutteto da cui emergono le storiche piante di Alatri: le melette rosa, una qualità deliziosa da riscoprire, che meriterebbe in prossimo futuro il marchio DOP. L’agrotecnico Renato Pavia, illustrerà tutte le qualità di un frutto della nostra terra, che rischia di essere sottovalutato, se non addirittura dimenticato. Nel corso della manifestazione, il prof. Giuseppe Sarra avrà modo di presentare il metodo di inclusione adottato dall’ IIS Pertini. Un sorprendente e gustoso “Agri-buffet” coronerà in modo piacevole la 1° Festa di Primavera del Pertini!

Claudia Fantini