HOMEPAGE CRONACA Frosinone – Videosorveglianza: in arrivo altre 200 telecamere

Frosinone – Videosorveglianza: in arrivo altre 200 telecamere

527
CONDIVIDI

È stato firmato oggi dai sindaci di Frosinone e Arnara, Nicola Ottaviani e Filippo Capogna, il protocollo relativo all’implementazione del progetto “Città in video”. Il Comune capoluogo ha infatti partecipato, in associazione temporanea di scopo con Arnara, all’avviso pubblico regionale per la realizzazione di sistemi di videosorveglianza, ottenendo così un finanziamento di 49.997 euro. “Con il progetto ‘Città in video’, coordinato dall’ing. Sandro Ricci del Ced comunale – ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani – l’amministrazione ha già proceduto all’installazione di oltre 350 telecamere nel centro urbano e in periferia, raggiungendo, così, la percentuale più alta in Italia per rapporto tra sistemi di sicurezza e numero di abitanti. Mediante il piano integrato, realizzato con il Comune di Arnara, puntiamo, dunque, alla più ampia copertura dell’area territoriale, con particolare riferimento agli spazi oggetto di ripetuti atti delinquenziali o vandalici, soprattutto in periferia, ove verranno installate ulteriori 200 telecamere, superando in totale la quota complessiva delle 550 unità. L’uso dei sistemi di videosorveglianza, ovviamente, non comporta l’eliminazione, alla fonte, di ogni ipotesi di reato, ma sicuramente permette di valorizzare al massimo il profilo della prevenzione e della deterrenza: la sicurezza collettiva è certamente migliorata con risultati evidenti, a beneficio dell’intera comunità. Gli uffici comunali hanno infatti fornito, già nei mesi scorsi, utili strumenti di indagine alle Forze dell’Ordine che, regolarmente, procedono all’acquisizione dei filmati e delle videoregistrazioni per prevenire la commissione di reati o, come spesso accaduto, per fornire validi strumenti probatori all’Autorità giudiziaria”.

Nei prossimi mesi, dunque, sarà effettuata l’implementazione dei sistemi di videosorveglianza già esistenti sui due territori comunali, con la realizzazione ex novo di ulteriori postazioni di rilevazione video. Naturalmente, il tipo di ripresa delle apparecchiature sarà differenziato a seconda delle aree in cui verranno installate. Previste, infatti, la ripresa e la registrazione h24 continua per le postazioni di lettura targhe, delle aree cittadine e degli edifici di interesse ed archiviazione sugli apparati di videoregistrazione; per le postazioni periferiche e rurali, invece, la ripresa e registrazione delle immagini avverranno solo in presenza di “movimento”, con archiviazione dei frame su spazio in cloud. In considerazione del fatto che il Comune di Frosinone possiede le competenze tecniche e professionali per la realizzazione del progetto, oltre che la disponibilità del personale e dei mezzi d’opera necessari, le attività saranno realizzate in economia.