HOMEPAGE APPUNTAMENTI Frosinone, Refice: attesa per i concerti d’autunno

Frosinone, Refice: attesa per i concerti d’autunno

62
CONDIVIDI

Tutto pronto per l’inaugurazione della nuova stagione musicale del Conservatorio “Refice” di Frosinone: sul palco dell’auditorium intitolato a Daniele Paris, saranno di scena studenti e docenti dell’istituto nel corso di cinque appuntamenti, aperti a tutti, da non perdere.

Il cartellone dell’iniziativa si aprirà giovedì 11 ottobre alle 18 con un omaggio a due celebri compositori, pianisti e direttori d’orchestra statunitensi, noti tra il grande pubblico anche per il geniale apporto offerto al genere del musical: George Gershwin e Leonard Bernstein. Luigi De Santis e Daniele Adornetto al pianoforte, Carlo Di Blasi e Francesco Ruggeri alle percussioni, presenteranno una avvincente incursione nelle musiche di “West Side Story”, “An American in Paris” e “Porgy and Bess”. In scaletta, anche l’omaggio che il compositore australiano Percy Grainger – che non nascose mai la propria ammirazione per la musica di Gershwin – scrisse, nel 1951, intitolato “Fantasia su Porgy e Bess”.

Giovedì 18 ottobre, ancora alle 18, il quintetto a fiati e pianoforte composto da Pierluigi Tabachin (flauto), Massimo Ranieri (oboe), Antonello Timpani (clarinetto),  Giuseppe Mastrangelo (fagotto), Enrico Imperioli (corno) e Michele Francesco Battista (pianoforte) eseguirà un programma che comprenderà musiche di Mozart, Farkas e Poulenc. Giovedì 25 sarà la volta del trio Sinclaire, con Dario Bellardini al clarinetto, Maurizio Simonelli al violoncello  e  Pietro Liberati al pianoforte, per una esecuzione tratta dalle pagine di Eberl e Beethoven. Lunedì 29 alle 18 il pianoforte di Michele Francesco Battista tratteggerà, nell’ambito di un vero e proprio recital, le melodie di Ravel, Granados, Mompou e Debussy. Mercoledì 31, infine, l’auditorium dell’istituto diretto dal maestro Alberto Giraldi ospiterà l’ultimo appuntamento dal titolo “Il rito della montagna  – Quadri di un pellegrinaggio”, con Massimo Bettazzi, Filiberto Palermini ed Eugenio Colombo ai sax, Stefano Pagni al contrabbasso e  Giampaolo Ascolese alla batteria; musiche di Eugenio Colombo e Filiberto Palermini.

L’ingresso è libero fino a esaurimento posti.