HOMEPAGE CRONACA Frosinone, Ottaviani: giorno del ricordo, patrimonio dell’intero Paese

Frosinone, Ottaviani: giorno del ricordo, patrimonio dell’intero Paese

127
CONDIVIDI

“Il giorno del ricordo, al pari del giorno della memoria, non può essere considerato un evento di una sola parte politica, perché appartiene al patrimonio culturale e conoscitivo dell’intero Paese – ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani – La storia ci insegna che la dimenticanza e l’oblio rappresentano un approccio interiore immorale, che può costituire il prodromo di ulteriori tragedie, dolore, ingiustizie.  È il caso del velo che ha coperto, per quasi cinquant’anni, la vicenda delle foibe istriane, una ferita ancora aperta nella storia del nostro Paese, commemorata solo a partire dal 10 febbraio del 2005, con l’istituzione del giorno del ricordo. Uomini e donne – appartenenti a ogni credo politico – cattolici, uomini di chiesa, anziani e bambini, furono vittime di una vera e propria persecuzione, senza contare il dramma degli  esuli. Attraverso l’affermazione dell’humanitas e dei valori fondanti della nostra società – l’inclusione, la pace, la tolleranza, la solidarietà, la coesione sociale – va condannato, quindi, con forza, ogni atto dettato dalla violenza, dall’intolleranza e dal rifiuto del sentimento democratico”.