HOMEPAGE CRONACA Frosinone, devastò il Pronto soccorso. Il giudice ordina la scarcerazione

Frosinone, devastò il Pronto soccorso. Il giudice ordina la scarcerazione

195
CONDIVIDI

Aveva dato in escandescenza nel Pronto soccorso dell’ospedale Spaziani di Frosinone. Mentre attendeva il suo turno per essere visitato A.S., 43 anni, aveva cominciato a inveire contro i medici; in preda alla rabbia era entrato in una delle sale del pronto soccorso danneggiando computer e tutto ciò che gli capitava sottomano. Non contento aveva afferrato un’infermiera per i capelli trascinandola a terra lungo il corridoio. A salvare la malcapitata due carabinieri intervenuti prontamente che, dopo essere a loro volta picchiati dall’uomo, lo avevano immobilizzato e arrestato.

Nell’udienza di convalida però il giudice ha preso in considerazione le obiezioni della difesa: al momento dei fatti l’uomo – secondo gli avvocati – aveva la vista annebbiata dall’alcol e non era in condizioni di intendere ciò che stava facendo. Nonostante il pm avesse chiesto la detenzione in carcere, il magistrato ha deciso di rimettere l’uomo in libertà con il solo obbligo di firma.