HOMEPAGE CRONACA Frosinone – Controlli dei Carabinieri: cinque denunce e un F.V.O.

Frosinone – Controlli dei Carabinieri: cinque denunce e un F.V.O.

437
CONDIVIDI

I Carabinieri della Compagnia di Anagni, nel corso delle notti del 4 e 5 gennaio, hanno eseguito un servizio di controllo del territorio che ha visto coinvolti i militari delle Stazioni dipendenti e del Nucleo Operativo e Radiomobile.

Grazie all’intenso lavoro dei militari, sono state denunciate in stato di libertà cinque persone ed una proposta per l’ applicazione del foglio di via obbligatorio.

A Morolo, denunciato un 30enne di origine magrebina, residente a Morolo, già censito per reati contro patrimonio ed ambientali, per sottrazione di cose sottoposte a sequestro, per aver ceduto rifiuti speciali ferrosi a lui affidati in custodia a seguito di un precedente sequestro amministrativo;

Ad Anagni, i militari della Stazione di Piglio hanno denunciato un 41enne di Piglio, già censito per reati contro la persona ed il patrimonio, per inosservanza del provvedimento di rimpatrio con foglio di via obbligatorio dal comune di Anagni, emesso a suo carico nel febbraio dello scorso anno;

A Ferentino, denunciato un 26enne di Isola del Liri per guida in stato di ebbrezza alcolica, poiché, coinvolto in incidente stradale alla guida della propria autovettura. Dopo esser stato sottoposto ad accertamenti sanitari presso il P.S. dell’Ospedale di Frosinone,  il giovane è risultato positivo all’accertamento alcolemico con un tasso di 1,30 g/l  e l’autovettura è stata posta sotto sequestro con patente di guida ritirata.

A Paliano, denunciato deferito per truffa un 36enne imprenditore edile di Oriolo Romano, già censito per reati contro il patrimonio, in quanto effettuava pagamenti alle maestranze con titoli senza provvista ed un 51enne del luogo, per guida senza patente perché sospesa. Lo stesso, già noto alle Forze dell’Ordine per analogo reato, è stato sorpreso alla guida di un autovettura sprovvisto del documento di guida.

Inoltre, sono state sottoposte a controllo 26 autovetture e 34 persone, elevate 7 contravvenzioni al C.D.S.  e nei confronti di una persona, gravata da numerosi pregiudizi di Polizia per reati contro il patrimonio, che non era in grado di giustificare la propria presenza nell’ambito della giurisdizione della Compagnia, veniva avanzata proposta per l’applicazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio.