HOMEPAGE APPUNTAMENTI Frosinone, commemorazione del Miracolo della Madonna del Buon Consiglio

Frosinone, commemorazione del Miracolo della Madonna del Buon Consiglio

87
CONDIVIDI

Il Comune di Frosinone,  mediante l’assessorato al centro storico coordinato da Rossella Testa, in collaborazione con Giuseppe Pettenati e il Movimento Difesa del Cittadino del Lazio, porrà una lapide commemorativa del Miracolo della Madonna del Buon Consiglio, presso lo stabile di via Garibaldi 136 (Palazzo Guglielmi, dove vi è una riproduzione del quadro autentico, attualmente custodito nella Chiesa di S. Benedetto) dove lo stesso avvenne il 10 Luglio 1796. L’iniziativa si terrà proprio nel giorno della ricorrenza, mercoledì 10 luglio, alle 20.  La commemorazione prevede inoltre la celebrazione di una messa solenne alle ore 21 a S. Benedetto, presieduta dal Vescovo della Diocesi, S.E. Ambrogio Spreafico.

La targa poterà incisa la dicitura: “Qui avvenne il Miracolo della Madonna del Buon Consiglio il 10 luglio 1796” e sarà scoperta alla presenza delle autorità religiose e civili della città “L’iniziativa – ha dichiarato l’assessore Testa – si inserisce all’interno del quadro delle attività di riscoperta e valorizzazione delle nostre tradizioni e della nostra storia portato avanti dall’amministrazione Ottaviani, al fine di tramandarle anche alle generazioni successive”.

Secondo quanto riportato da Padre Ignazio Barbagallo nel suo “Frosinone. Lineamenti storici dalle origini ai nostri giorni”, il 10 luglio 1796 i fedeli riuniti in preghiera notarono per la prima volta che l’effige della vergine muoveva le palpebre. Il quadro fu trasferito nella Chiesa di San Benedetto e il prodigio si ripeté per sei mesi davanti a tanti fedeli e ai Vescovi di Veroli, Anagni, Alatri e Ferentino. Il Vescovo di Veroli Mons. Antonio Rossi ordinò l’istruzione del processo. Nel 1800 i frusinati riprodussero la corona rubata durante l’invasione francese e si procedette all’incoronazione solenne di Maria Santissima del Buon Consiglio.

In allegato, un’immagine della chiesa di S. Benedetto.