HOMEPAGE CRONACA Frosinone, botte da orbi. Rapinatore e rapinato sotto processo

Frosinone, botte da orbi. Rapinatore e rapinato sotto processo

141
CONDIVIDI

Ieri il Gip ha concesso gli arresti domiciliari al rapinatore malmenato dalla vittima.

La storia inizia la notte dell’Epifania quando in viale Grecia, a Frosinone, D.S., sotto i fumi dell’alcool, ferma un’auto intimando al conducente di dargli subito il cellulare per fare una telefonata. Per tutta risposta l’automobilista colpisce a calci e pugni il rapinatore procurandogli una profonda ferita alla testa, tanto da essere soccorso dal 118 e trasferito a Roma per un delicato intervento.

Ieri, dunque, incerottato e fasciato in testa, il rapinatore è comparso in Tribunale per l’udienza di convalida. E, al termine, gli sono stati concessi i domiciliari. L’automobilista, invece, ora dovrà rispondere di eccesso colposo di legittima difesa. Insomma, il rapinatore le ha prese di santa ragione, ma, come lui, anche la vittima è finita sotto processo.