HOMEPAGE CRONACA Ferentino, project del cimitero: il Comune revoca l’appalto

Ferentino, project del cimitero: il Comune revoca l’appalto

119
CONDIVIDI

Revocato l’affidamento del project financing alla società affidataria, ma Ferentino avrà comunque il suo cimitero, seguendo la linea che da sempre è stata indicata: tutela dei cittadini e rispetto della normativa. La giunta comunale, infatti, ha approvato una delibera con la quale viene dato mandato agli uffici di risolvere il contratto precedentemente sottoscritto, tenuto conto delle inadempienze legislative e contrattuali che si sono verificate successivamente all’aggiudicazione e che sono state rilevate degli uffici e dagli esperti nominati per la vigilanza sulla corretta esecuzione del contratto.

Per questo, supportata dagli stessi uffici e da esperti in materia, ed in base a relazioni e pareri legali, l’amministrazione ha deciso di risolvere il contratto, e di avviare l’iter per l’escussione della polizza fideiussoria, l’applicazione della penale nei confronti della ditta, il recupero delle somme già versate dai cittadini alla ditta e la comunicazione all’autorità di vigilanza anti corruzione (ANAC) della risoluzione contrattuale.

Una decisione che si inserisce nell’azione di trasparenza e garanzia che il Comune ha sempre seguito e che tale decisione rafforza e dimostra in maniera concreta. Il Comune subentrerà nell’iter del progetto già in fase esecutiva e realizzerà l’opera in proprio: i cittadini che hanno versato la quota dei loculi non perderanno nulla, ma avranno garantito quanto stabilito con il pagamento.

Con questo atto il Comune ha voluto chiarire la situazione e fare luce rispetto all’iter di un’opera attesa dalla città, ribadendo ancora una volta un operato che si basa da sempre sul rispetto della legge che, nel caso specifico, ed è opportuno sottolinearlo, ha evidenziato delle inadempienze successive all’affidamento da parte della società aggiudicataria. Ora sarà il Comune a gestire la costruzione dei nuovi loculi, a garanzia che vengano ultimati in tempi ragionevoli nell’interesse dei cittadini e del territorio.