HOMEPAGE CRONACA I CONTAGIATI A VEROLI SALGONO A 39, NOTA DEL SINDACO

I CONTAGIATI A VEROLI SALGONO A 39, NOTA DEL SINDACO

352
CONDIVIDI

 Una nota ufficiale del sindaco di Veroli Simone Cretaro dà menzione dei numeri esatti del contagio a tutt’oggi nella cittadina ernica: fra Città Bianca e territorio, Veroli conta in tutto 39 persone positive a Covid. Come avevamo precisato in precedenza, con una cautela che si è dimostrata più che mai necessaria, sono questi i numeri ufficiali a cui fare riferimento. Tuttavia non si puo’ non rilevare una discrepanza a cui si spera possa metter rimedio: quella fra le note della Asl, che pure sono ufficiali, non carpite ma rese pubbliche ed i comunicati a seguire delle amministrazioni. E’ evidente che a far fede sono i risultati dei tamponi in itinere, ma è altrettanto evidente che a questo punto non ha senso che la Asl certifichi nel pomeriggio un certo numero di contagi, come accaduto per gli ulteriori 13 di Città Bianca censiti alle 16.00 di oggi, se poi le notule dei singoli sindaci danno altri numeri, in questo caso inquietantemente al rialzo. Delle due l’una: o la Asl posticipa le sue notule oppure dovrà coordinarsi con i sindaci, incolpevoli ovviamente, in maniera più incisiva. “Cari Concittadini – scrive Cretaro sui social – in questi giorni siamo costantemente al lavoro ed in stretto contatto con tutte le Autorità, principalmente con quelle sanitarie, impegnate in questa emergenza per monitorare la situazione nel nostro territorio. Purtroppo, nonostante il grande impegno profuso, sono stati accertati ulteriori casi di persone positive al coronavirus. Si tratta di nuovi casi collegati alla casa di cura Ini-Città Bianca, dove, ad oggi, il numero complessivo di persone risultate positive è di 32, tra pazienti e personale della struttura. La struttura sanitaria, come già comunicato, è stata posta in isolamento da lunedì e sono state adottate le necessarie misure di tutela previste dai protocolli ministeriali e regionali per circoscrivere la propagazione del virus e tutelare la salute degli ospiti della casa di riposo e di tutto il personale in servizio. Sono stati, inoltre, riscontrati 2 nuovi casi di Concittadini positivi al virus, non direttamente riferibili alla suddetta struttura sanitaria, che si aggiungono ai 5 casi accertati nei giorni scorsi. Nella giornata di ieri, invece, un nostro concittadino è stato dimesso dall’Ospedale ed è quindi tornato a casa per completare il percorso di guarigione dal coronavirus. È necessario continuare a lottare contro questo maledetto virus. Sarebbe folle ore abbassare la guardia, vanificando così i pesanti sacrifici compiuti in questi giorni. Continuiamo a restare a casa, evitando contatti a rischio, e a rispettare le regole che ormai conosciamo. Vi terrò informati e vi darò tempestiva comunicazione di qualunque sviluppo della situazione”.

Monia Lauroni