HOMEPAGE NAZIONALI Ciclismo – Valerio Agnoli presenta la settima GranFondo Fiuggi che si terrà...

Ciclismo – Valerio Agnoli presenta la settima GranFondo Fiuggi che si terrà il 9 giugno 2019

100
CONDIVIDI

Il ciclista ciociaro Valerio Agnoli nella bella cornice del Bar Cricco di Alatri ha presentato la settima edizione della GranFondo Fiuggi che si terrà il 9 giugno 2019 illustrando i percorsi e anche le finalità della corsa ciclistica ciociara divenuta oramai un appuntamento fisso per gli amanti del ciclismo in Ciociaria. Queste le sue parole in merito alla corsa ciclistica: “Prima di tutto ringrazio Gianni De Santis che è stato uno dei fautori di questa GranFondo e quest’anno avremo anche delle grandi collaborazioni per far si che questa sia una corsa sempre più apprezzata e seguita. La nostra GranFondo è nata per promuovere prima di tutto il nostro territorio e le nostre zone che sono bellissime e che secondo me hanno molto da dare e da far vedere. Io sono una persona che crede nei luoghi della nostra terra e ho già sponsorizzato in tutto il mondo (Canada, Stati Uniti e Asia n.d.r.) le nostre zone. Questo è sintomo che il nostro territorio ha tanto da dare e questo progetto che è il “cicloturismo” può portare ricchezza. Il “cicloturismo” in Europa è molto conosciuto e porta introiti di denaro nell’economia locale. Io in questo progetto credo molto e spero di trovare l’aiuto anche delle amministrazioni comunali locali. Questa iniziativa, se seguita, porterà nel nostro territorio grande possibilità di crescita e di turismo ciclistico.” Dopo aver presentato la sua iniziativa, Agnoli, ha voluto parlare anche dei suoi obiettivi personali che lo vedranno impegnato nella prossima stagione ciclistica: “L’8 dicembre andrò in ritiro con la mia squadra (Barhain Merida n.d.r.) in Croazia perchè il mio sogno è fare il decimo giro d’Italia. È un mio grande obiettivo. Sono professionista da 16 anni e credo di avere ancora molto da dare al ciclismo. Il prossimo anno per me sarà una sfida stimolante. La cosa che più mi piace è dare soddisfazioni alla mia famiglia e ai miei figli. Non è facile stare lontano da loro nei giorni delle gare e delle volte il ciclismo mi ha privato delle cose quotidiane della mia famiglia ma va bene comunque così, perchè io credo in quello che faccio e nella mia voglia di correre”. In conclusione poi il ciclista ciociaro ha voluto parlare dei suoi idoli e delle persone che lo hanno inspirato nell’iniziare la sua carriera ciclistica: “se tolgo il mio amico e compagno Vincenzo Nibali, il mio idolo è Ivan Basso perché è una persona che mi dà fiducia e mi consiglia su tutto. Spesso lo chiamo e ci sentiamo sempre con piacere. Per quanto riguarda Marco Pantani l’ho ammirato tantissimo perchè ha fatto per lo sport italiano delle cose incredibili e che resteranno indelebili nel tempo”.

Massimo Papitto