HOMEPAGE POLITICA A Ceccano iniziativa dei Giovani democratici contro la ludopatia

A Ceccano iniziativa dei Giovani democratici contro la ludopatia

417
CONDIVIDI

I Giovani Democratici della federazione di Frosinone continuano a promuovere sul territorio provinciale la campagna di sensibilizzazione contro la ludopatia ed il gioco del d’azzardo. Dopo l’appuntamento dello scorso weekend a Frosinone, venerdì 27 i giovani democratici si incontrano a Ceccano, con il neonato circolo dell’organizzazione giovanile.
“Come prima iniziativa il circolo ha deciso di sposare prontamente la causa promossa dalla segreteria e dal segretario provinciale Marino in merito al tema della ludopatia” ha spiegato Valentino Bettinelli, coordinatore del circolo Gd di Ceccano. “Affrontare questo tema, significativo nel nostro territorio, è uno dei nostri obiettivi principali: è importante farlo coinvolgendo i nostri coetanei affinché si arrivi a capire che giocare significa perdere, anche coordinandoci con le amministrazioni per mettere in campo delle strategie che possano contrastare questa piaga che sta colpendo in maniera pesante molti tessuti della nostra società”.
Proprio questo è l’indirizzo del documento redatto dalla segreteria provinciale: mettere a sistema le proposte degli amministratori locali per elaborare un documento capace di coniugare le esigenze amministrative e sociali.
Christian Di Ruzza, delegato della Federazione provinciale alle attività dei circoli, esprime grande soddisfazione per la pronta e celere risposta del circolo di Ceccano in merito alla campagna sul gioco d’azzardo e rilancia: “L’attività dell’organizzazione giovanile sul territorio è improntata al radicamento e proprio su questa linea nasce ‘Giù dall’albero’, come già anticipato dal Segretario provinciale Alessandro Marino e dal vice Valentino Abbate. Si tratta di un ciclo di apertivi tematici, programmati su tutto il territorio provinciale, destinati al coinvolgimento e all’apertura della politica nei confronti dei soggetti che animano la vita democratica e civica sul nostro territorio”. “Ci ispiriamo al modello dell’amministrazione Regionale guidata dal Presidente Zingaretti” conclude Di Ruzza “che ha coniugato il risanamento economico alla crescita dei diritti, costruendo un polo nuovo capace di essere protagonista nella fase che si è aperta dopo il 4 marzo scorso”.