HOMEPAGE PRIMO PIANO Calcio – Frosinone, parla Daniel Ciofani: “Ci dobbiamo salvare a maggio, non...

Calcio – Frosinone, parla Daniel Ciofani: “Ci dobbiamo salvare a maggio, non a settembre”

80
CONDIVIDI

Conferenza stampa in casa Frosinone. A prender la parola pochissimi minuti fa presso la “Cittadella dello Sport” di Ferentino, ci ha pensato l’attaccante Daniel Ciofani, rientrato in gruppo pochi giorni fa dopo un lungo infortunio. Questo il pensiero del calciatore abruzzese: “Abbiamo bisogno di tempo per ambientarci alla categoria. Sono arrivati tanti volti nuovi, ci vuole pazienza anche da parte dell’intero ambiente. Io sono rientrato in gruppo e spero di trasmettere i valori che ci hanno contraddistinto nelle ultime stagioni anche ai nuovi. Perica ancora a zero gol? Anche io non feci gol nelle prime sei giornate giocate in massima serie. Deve lavorare e stare sereno, nulla di più. Come stanno gli altri infortunati? Per Dionisi e Paganini ci vorrà tempo, mentre Gori sembra esser il più vicino al rientro. Dobbiamo pensare adesso solo alla sfida contro la Sampdoria. Campbell? Non ho avuto modo di allenarmi con lui, visto che si è fatto male quando sono rientrato io in gruppo. Salvezza? Dobbiamo ripartire dallo stadio visto nella finale play-off contro il Palermo. Perderemo svariate partite, ma dovremo avere sempre tranquillità ed entusiasmo. Ci dobbiamo salvare a maggio, non a settembre. Anche eventuali fischi non ci aiuterebbero; questo è un processo di maturazione globale. L’addio di Matteo Ciofani? Dispiace, mi manca averlo dentro lo spogliatoio. Anche perché questa squadra è sempre stata una vera famiglia. Se dovessi segnare a breve? Lo dedicherei a mia moglie Raffaella, anche se non siamo ancora sposati, a mio figlio che è in arrivo, e a mio fratello Matteo”.