HOMEPAGE NAZIONALI Calcio – Ante Rebic… l’idolo rossonero che segnò un gol al Frosinone

Calcio – Ante Rebic… l’idolo rossonero che segnò un gol al Frosinone

121
CONDIVIDI
MILAN, ITALY - FEBRUARY 17: Ante Rebic of AC Milan celebrates after scoring the opening goal during the Serie A match between AC Milan and Torino FC at Stadio Giuseppe Meazza on February 17, 2020 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Continua a segnare a raffica con la maglia del Milan, Ante Rebic ma in pochi si ricorderanno che nel suo destino di calciatore in Italia c’è stato anche il Frosinone Calcio. 

Arrivato al Milan l’ultimo giorno di mercato, con una trattativa che stava per saltare, Ante Rebic ci ha messo un po’ per carburare a dire il vero. Tanto che le voci di un suo ritorno in Bundesliga già nella sessione invernale, a fine 2019, continuavano a farsi sempre più insistenti. Prima dell’esplosione però perchè ora non si ferma più. Sono già 7 le reti messe a segno nel 2020 dal croato.

La Fiorentina che ha in mano il suo cartellino, infatti, quando lo vendette al Francoforte per 2 milioni, si tenne una percentuale sulla rivendita futura del 50%. E dopo il lungo ma mai andato in porto corteggiamento del Bayern Monaco, il croato si è trasferito proprio al Milan in prestito oneroso da 5 milioni spalmabili in 24 mesi con un diritto di riscatto fissato a 25 milioni in favore del club rossonero. Fin qui, insomma, niente soldi ai viola, che però, visto il recente buon rendimento dell’ex Eintracht, possono ancora sperare di mettersi in tasca una discreta somma da utilizzare per operazioni future.

La storia di Ante Rebic però parte da molto lontano. Il 28 agosto 2013 (ad appena 20 anni) venne pagato dalla Fiorentina 4,5 milioni di euro. Va a segno due volte, una in Coppa Italia col Chievo e una in campionato contro il Torino. Passa al Lipsia in prestito, in B (0 reti in 11 presenze), poi torna a Firenze e segna col Frosinone in una partita finitia 4-1 per i viola nel primo campionato di A dei ciociari (stagione 2015-2016) prima di essere girato all’Hellas ancora in prestito (0 reti in 10 presenze).

Fiorentina’s forward from Croatia Ante Rebic celebrates after scoring during the Italian Serie A football match Fiorentina vs Frosinone at the Franchi stadium in Florence on November 1, 2015. AFP PHOTO / VINCENZO PINTO (Photo credit should read VINCENZO PINTO/AFP/Getty Images)

Quindi la cessione al Francoforte per, appunto, 2 milioni di euro. Con i tedeschi 100 presenze per 25 reti e una presenza costante con la nazionale croata, con cui gioca anche la finale mondiale del 2018. Il tutto, prima di approdare al Milan. A Firenze venne bocciato da Montella prima e Paulo Sousa poi nonostante quel gol al Frosinone che in quel lunch-match di Firenze sembrava avergli spalancato le porte per un futuro roseo in maglia viola. Ora, il club di Commisso, dopo queste ultime grandi prestazioni con la maglia rossonera attende sviluppi. In caso di riscatto da parte del Milan entrerebbero nelle casse gigliate quasi 15 milioni di euro.

Articolo a cura di Massimo Papitto