HOMEPAGE POLITICA Alatri – Il Vice sindaco Di Fabio torna sul problema Cosap

Alatri – Il Vice sindaco Di Fabio torna sul problema Cosap

618
CONDIVIDI

Riceviamo e pubblichiamo una nota del Vice sindaco Fabio Di Fabio sulla problematica COSAP

“Sulla questione COSAP le minoranze hanno perso una buona occasione per fare un’opposizione costruttiva ed evitare la demagogia.

Le assurde critiche sulla delibera di Giunta n. 10 del 30 gennaio, peraltro ai limiti dell’ingiuria, rivelano un’incapacità di ricercare una collaborazione vera con la maggioranza oltreché di riconoscere a quest’ultima le competenze che le sono proprie ed accettarne le decisioni, quando è evidente che queste sono ad esclusivo e generale vantaggio dei cittadini.

Sta di fatto che nei prossimi giorni quasi il 70% dei contribuenti raggiunti dall’avviso di accertamento, con sanzioni, riceveranno a casa un atto di annullamento a firma del concessionario: e, guarda caso, proprio sulla base della tanto discussa delibera n.10 della Giunta!

Tale risultato è stato possibile solo grazie ad un pronto intervento sulla concessionaria da parte del Sindaco Morini e di tutta la maggioranza, finalizzato ad eccepire modalità e sostanza delle contestazioni recapitate ai nostri concittadini (senza che la parte politica ne fosse stata messa a conoscenza) nonché a ristabilire un principio di equità tributaria.

A dispetto di ogni ipotesi più o meno fantasiosa della minoranza, la delibera di Giunta, infatti, non ha innovato affatto il regolamento comunale ma ha semplicemente spiegato al concessionario, con tanto di esempi disegnati, quando ricorrano i casi di occupazione del suolo pubblico con manufatto. Tanto che, a valere di questa delibera esplicativa, il concessionario provvederà ad esentare tutti i casi non dovuti, notificandoli agli stessi contribuenti senza che questi ultimi debbano nemmeno produrre un’istanza di revisione in autotutela.

Per il restante 30% della platea di interessati, non oggetto di annullamento di iniziativa da parte della concessionaria, la nostra amministrazione continuerà a verificare, caso per caso, la tassabilità ai sensi del regolamento e della recente delibera di giunta.

Ma la maggioranza resta anche aperta al dialogo con le minoranze (purché vero e costruttivo) in un’ottica di revisione del medesimo regolamento nella prossima seduta di consiglio comunale, in funzione di un possibile generale abbassamento del canone, anche per le situazioni ove sia in qualche modo dovuto.”