HOMEPAGE CRONACA Alatri, interventi in favore di malati Alzheimer

Alatri, interventi in favore di malati Alzheimer

371
CONDIVIDI

Il Distretto socio- assistenziale “A”, a valere dei fondi gestiti dal sovrambito territoriale di Frosinone, promuove interventi in favore di soggetti affetti da Alzheimer, avendo riaperto l’avviso per le famiglie interessate.

L’obiettivo è quello di sostenere l’impegno dei familiari nella cura e assistenza delle persone malate di Alzheimer, attraverso l’erogazione di un contributo economico, denominato “assegno di cura”, che può raggiungere l’importo massimo di 500 euro mensili.

La misura del contributo è correlata all’ISEE ma anche ad una valutazione sanitaria del richiedente ed alla tipologia e gravità della malattia : tale valutazione sanitaria sarà espletata dalla competente struttura della ASL.

I beneficiari dell’intervento saranno individuati all’interno di una graduatoria redatta secondo i criteri sopra accennati e saranno ammessi a fruire dell’assegno di cura quanti utilmente collocati all’interno della stessa graduatoria, nei limiti della capienza dei fondi.

L’intervento prevede l’accesso ad un programma di aiuto alla persona di durata annuale, realizzato tramite assunzione di assistenti familiari. L’utente è libero di scegliere i propri assistenti personali, anche avvalendosi di organizzazioni di fiducia; in ogni l’operatore scelto dovrà essere assunto ai sensi del vigente Ccnl sulla disciplina del “Lavoro domestico.

Il contributo non è alternativo agli interventi sanitari domiciliari garantiti ai cittadini in base alle disposizioni normative ed è da considerarsi integrativo rispetto agli interventi socio-sanitari già in atto e previsti dal Piano assistenziale individuale. Non è compatibile con l’assegno di cura e/o il contributo di cura previsti in favore di persone affette da disabilità gravissima.

L’avviso, pubblicato dal Distretto, è aperto, senza scadenza, ma, essendo l’erogazione dei contributi limitata dalla disponibilità dei fondi, potranno non ottenere il beneficio le domande pervenute successivamente a quelle, con i requisiti, già utilmente collocatesi in graduatoria.

I richiedenti dovranno presentare istanza di accesso utilizzando l’apposito modulo , reperibile on line sul sito web: www.distretto socioassistenziale.org, oppure in forma cartacea presso il servizio sociale del comune di residenza o presso l’ufficio di piano del Distretto socio – assistenziale “A” ed il PUA distrettuale “A”, nelle giornate di apertura al pubblico.

Assessore Di Fabio: “ i servizi distrettuali, avvantaggiandosi delle sinergie a livello sovradistrettuale, continuano ad offrire, grazie alle politiche sociali della Regione Lazio, strumenti in favore di quelle famiglie colpite dalle malattie neurodegenerative dei propri componenti, assicurando, così, un sostegno economico e di respiro, utile a lenire le sofferenze”.