HOMEPAGE POLITICA Alatri – Determina per il recupero di rifiuti pericolosi: soddisfazione di Addesse

Alatri – Determina per il recupero di rifiuti pericolosi: soddisfazione di Addesse

809
CONDIVIDI

Finalmente la determina arrivò! – inizia così una nota del consigliere comunale Roberto Addesse – Infatti con la determina n. 1993 del 30 novembre l’amministrazione comunale ha attivato la gara con procedura negoziata relativa alla “redazione con piano di lavoro, ed attività di raccolta, trasporto e conferimento ad impianto autorizzato dei rifiuti di materiali contenenti amianto, abbandonati da ignoti su suolo privato e/o pubblico”.

Esattamente il 22 settembre, continua Addesse, a seguito di una segnalazione, feci un sopralluogo in via Salita Casette e verificai di persona lo scempio dovuto all’abbandono di eternit in un luogo già martoriato di per se a causa dell’incendio di questa estate. Contattai immediatamente il comando dei vigili urbani i quali allarmarono l’ufficio ambiente per le determinazioni del caso.

Più volte mi sono recato presso detto ufficio ed oggi mi sento di ringraziare vivamente il responsabile del procedimento ing. Mangili per essersi attivato nel merito ed aver indetto la gara per la rimozione dell’amianto sia su via Salita Casette che su via Alberitozzi.

Nei giorni scorsi ho segnalato, purtroppo, altre due discariche in via Arillette e via Scopigliette sperando che anche in questo caso si possa agire in tempi relativamente brevi. Inoltre, sempre presso l’ufficio ambiente, è in attesa di bonifica una discarica presente presso il campo delle Fraschette riguardante calcinacci ed amianto. Per quanto riguarda l’amianto, siccome è depositato all’interno del campo che è di proprietà demaniale, l’ing. Mangili ha attivato le procedure per la sua rimozione da parte della Regione Lazio.

Su via Salita Casette, oltre all’amianto, nei giorni scorsi sono stati abbandonati altri rifiuti non pericolosi e pare che sia stato possibile rintracciare il proprietario dei rifiuti, probabilmente lo stesso autore dell’abbandono dell’amianto. Mi auguro che chi di dovere sanzioni in modo esemplare l’autore di questo scempio e serva da monito a qualche malintenzionato che ancora oggi si permette di abbandonare rifiuti soprattutto pericolosi.