HOMEPAGE POLITICA Alatri – Approvato il testo della nuova convenzione del Servizio Associativo nei...

Alatri – Approvato il testo della nuova convenzione del Servizio Associativo nei Servizi Sociali

148
CONDIVIDI

Tutti i comuni del distretto Socio–assistenziale “A” hanno approvato il testo della nuova convenzione per l’esercizio associato dei servizi sociali, così come concordato dal Comitato istituzionale (assemblea dei sindaci) nell’ultima riunione.

Anche il consiglio comunale di Alatri, nella seduta del 17 luglio scorso, ha deliberato la bozza di convenzione, all’unanimità dei consiglieri presenti. Le novità introdotte e richieste dalla Regione sono sostanzialmente: L’impegno a gestire, entro il termine della convenzione, tutti i servizi sociali in modo associato, non lasciando più che i singoli comuni mantengano risorse proprie per alcune prestazioni sociali; L’introduzione di un voto ponderato, all’interno dell’assemblea dei sindaci, in funzione della popolazione dei comuni.

La convenzione prevede la conferma del comune di Alatri quale capofila ed avrà durata triennale. Il distretto oggi programma, coordina ed organizza importanti servizi sociali quali: l’assistenza domiciliare per persone diversamente abili, anziani, malati, non autosufficienti,  l’assistenza educativa per nuclei familiari in difficoltà, il segretariato sociale, il servizio sociale professionale, i progetti di inclusione e lotta alla povertà, il sostegno alla genitorialità anche con mezzi economici e con centri di ascolto per la famiglia, i centri per minori e famiglie (ex ludoteche), i centri di aggregazione giovanile, i centri di ascolto per la prevenzione ed il contrasto delle dipendenze,  l’assistenza alle persone affette da malattie neurodegenerative (Alzheimer, SLA, demenza senile), i centri diurni per persone con disabilità,  la comunità alloggio per disabili gravi senza rete familiare, i progetti di inserimento di persone affette da malattie psichiatriche.

L’assessore ai servizi sociali comunali e distrettuali, comunemente presidente del comitato istituzionale in qualità di vicesindaco del Comune capofila Fabio Di Fabio:  < Il nostro distretto è già ad un livello alto di condivisione delle prestazioni sociali e la nuova convenzione non fa che riconoscere il lavoro finora svolto, grazie anche alla collaborazione di tutti i comuni ed alla qualità professionale dell’ufficio di piano e degli operatori sul territorio; il voto ponderato è stato introdotto in una misura contenuta per non diversificare troppo il peso e garantire i piccoli comuni: a tal proposito, mi piace, però, ricordare che le decisioni dell’assemblea dei sindaci sono sempre state prese all’unanimità, proprio per l’elevato livello di collaborazione istituzionale raggiunto, a prescindere dai colori delle singole amministrazioni comunali.

Il riconoscimento del capofila alla nostra città continua ad essere motivo di soddisfazione, motivandoci a fare sempre meglio. Infine, ringrazio i consiglieri del comune di Alatri, sia di maggioranza che di minoranza, che, con il loro voto unanime, hanno inteso promuovere l’operato del distretto socio-assistenziale>.